The words you are searching are inside this book. To get more targeted content, please make full-text search by clicking here.

La stagione 2020 della Formula Class Junior

Discover the best professional documents and content resources in AnyFlip Document Base.
Search
Published by FORMULA JUNIOR, 2020-12-19 06:40:22

annuario 2020

La stagione 2020 della Formula Class Junior

STAGIONE 2020

1

2

Il 2020 passerà alla storia come l'anno della pandemia che ha messo in ginocchio l'intero
Pianeta. Le problematiche legate alla diffusione del virus che ha prodotto ad oggi oltre
un milione e mezzo di vittime e colpito duramente l'economia mondiale hanno, inevita­
bilmente riguardato anche il mondo dello sport che ha dovuto decidere se fermarsi o
continuare in forme alternative. Se nella prima fase il motorsport si é disputato quasi
esclusivamente in forma virtuale, con il trionfo dell'e­sport, quando le condizioni sono
leggermente migliorate é stato possibile pensare di tornare fisicamente in pi­
sta.                                                                   
L'organizzazione della Formula X Italian Series che con lugimiranza era entrata a far
parte del mondo "ufficiale" ACI Sport, per tramite di ASI ha potuto essere tra i primi
campionati autorizzati a poter svolgere delle competizioni.                                               
Il calendario pensato prima dell'era Covid ha subito pesanti modifiche dovendo
adattarsi ad una situazione mai vista prima.                                                             
La stagione sarebbe dovuta cominciare in aprile con una prova a Varano, con un
appuntamento al mese che avrebbe dovuto vedere gare ad Adria, Cervesina, ancora
Adria e Cervesina, seguiti da Magione ed una gara finale a Monza ...                                 
Con un lavoro encomiabile da parte di Panizzi, Tosetti e la loro organizzazione a luglio
é venuto il momento di rimettere le ruote in pista con le prime due gare stagionali a Va­
rano, in assenza di pubblico ma con tanta voglia di correre.                                   
Ai problemi logistici causati dai vari "lockdown" e norme per cercare di rallentare la
diffusione del virus si sono aggiunti ulteriori contrattempi, come i problemi tecnici e poi
finanziari che hanno colpito Adria e il mancato accordo con l'autodromo di Cervesina
che hanno costretto a continui cambi del calendario. Nonostante questo a inizio agosto
é stato possibile disputare la seconda prova all'autodromo di Magione a cui ha fatto se­
guito un'altro evento sulla stessa pista a fine settembre. A inizio ottobre si é potuti
tornare a Varano cha ha ospitato anche la prova successiva il primo no­
vembre.                                                   
Un po' a sorpresa é stato possibile organizzare la prova finale di questa travagliata sta­
gione su una delle più belle piste del Mondo ed é così che il 14 novembre si é disputata la
gara finale sull'autodromo del Mugello.                                                                       
Nonostante le grandi difficoltà le presenze sono state molte e le gare in pista estrema­
mente spettacolari, confermando la validità di questa categoria che nonostante i suoi 55
anni di vita si dimostra sempre bellissima.                                                     
La vittoria finale é andata ad un veterano della categoria. Massimo "Max" Galli che,
con il fratello Costantino sono il perfetto simbolo dello spirito della "Formula Monza".
Ancora una volta i vari titoli sono stati assegnati (quasi tutti) all'ultima gara e questo
conferma la correttezza del formato scelto da Tosetti.                                                       
Se il successo nella classifica assoluta e nella Formula Class Junior é andato ad un pilo­
ta esperto va evidenziata la presenza di giovani di talento come Annalaura Galeati
(vincitrice della classifica Super Junior) e Nicolò Pavoni, affiancati da tanti bravissimi
piloti che hanno confermato il loro valore, come Brambilla, Di Modugno, Zecchetti,
Frattini, Collivadino e Giretti senza dimenticare Marco Visconti ...                                 
Anche la classe Silver ha visto la presenza di tanti validissimi piloti che hanno dato vi­
ta ad una bellissima stagione con Panozzo, Bonatti, Pennisi, Bruno in evidenza. 

3

Marco Viscon  ‐ Reggiani comanda il gruppo

4

Gigi Luciano ‐ Silva

5

Dopo tante attese, rinvii e preoccupazioni é finalmente venuto il momento di tornare in
pista. Essere tornati nell'ambito ACI Sport ha, tra i vari vantaggi, quello di essere
considerati sport di "interesse nazionale" e quindi autorizzati a muoversi per ragginugere
gli autodromi e disputare gare.                                                                                    
Dopo due sessioni di prove libere al sabato. domenica 5 si svolgono le qualifiche. Miglior
tempo per Marco Visconti sulla Reggiani della Stilo Corse davanti a Massimo Galli, su
Reggiani della Galli Corse e Jacopo Prescendi, sulla Reggiani della Popo76 Ra­
cing.

6

parco chiuso

7

Sempre domenica si disputa la prima gara del Trofeo 2020. Purtroppo Marco Brambilla,

per problemi tecnici non riesce a schierarsi.                              

Al via scatta bene Visconti, seguito da Galli e Collivadino. Nel corso del primo giro si de­
ve fermare Lorenzo Tocci causando l'uscita della Safety car.                                     
Al quarto giro la gara riprende con Visconti che mantiene il comando, tallonato ini­
zialmente da Galli, Collivadino e Prescendi. Visconti allunga mentre la lotta si sposta tra
Galli e Collivadino.                                                                                        
Marco Visconti, sulla Reggiani dello Stilo Corse vince la gara, ottenendo il primo posto
assoluto e della classe Super Junior, secondo posto e primo della categoria Junior per
Paolo Collivadino, su Covir del Team Covir, terzo posto (secondo della categoria Junior)
per Massimo Galli su Reggiani della Galli Corse, seguito da Jacopo Prescendi, su
Reggiani della Popo76 Racing (terzo della categoria Junior) e da Roberto Di Modugno
su Cavallini della Dimoracingteam.                                                                                         
Il podio della classe Super Junior è composto da Visconti, Tiziano Frattini e Annalaura
Galeati, entrambi alla guida di una Fiorillo del Maki team. Vittoria nella Formula Class
Junior per Paolo Collivadino su Covir, davanti a Massimo Galli su Reggiani e Jacopo
Prescendi, sempre su Reggiani.                                                           
In classe Silver vittoria per Cristian Bonatti su Covir del Bonatti & company team, davanti
a Dino Panozzo su Reggiani del Dino Racing e Michele Bruno su Marabotto del team
Girola.

Paolo Collivadino ‐ Covir e Marco Brambilla ‐ Marabo o

8

9

La seconda gara della giornata vede partire in pole position Tiziano Frattini, seguito da
Di Modugno, Prescendi, Galli, Collivadino e Visconti per la regola che vede le prime
posizioni di gara due in base all'arrivo invertito di gara 1 dei primi sei classificati.
Al via scatta bene Roberto Di Modugno, seguito da Frattini e Galli. Al termine del primo
giro viene segnalato l’ingresso in pista della safety car per via di un’uscita multipla alla
variante che vede la vettura di De Luca rimanere ferma in posizione pericolosa.
Quando la Safety car rientra Di Modugno mantiene il comando con Visconti che tenta
senza successo di passare Galli alla prima staccata, cosa che gli riesce alla staccata
successiva. Visconti si porta all'attacco di Frattini ma, complice un’uscita non perfetta di
Di Modugno dalla Parabolica è proprio Tiziano Frattini ad approfittarne per infilarlo alla
staccata della variante e prendere la testa della gara. Alla tornata successiva Visconti
infila alla prima staccata Roberto Di Modugno, portandosi in seconda posizione. Nuovo
intervento della safety car, per via dell’uscita di Massimo Galli al ferro di cavallo. Alla ri­
partenza Frattini riesce a conservare il comando nonostante gli attacchi di Visconti.
Paolo Collivadino deve fermarsi per un problema tecnico. Al passaggio successivo Vi­
sconti riesce a passare Frattini alla prima staccata, portandosi in testa. Di Modugno, Pre­
scendi e Zecchetti danno spettacolo battagliando per la terza posizione. La gara si
conclude con la vittoria di Marco Visconti che precede Tiziano Frattini, Jacopo Pre­
scendi, Roberto Di Modugno e Giuliano Zecchetti. Da segnalare l’ottimo sesto posto di
Marco Brambilla partito in 21^ posizione ed il 7° posto di Annalaura Galeati.
Il podio della categoria Super Junior è composto da Marco Visconti , Tiziano Frattini e
Annalaura Galeati. I primi tre della categoria Junior sono : Jacopo Prescendi, Roberto Di
Modugno e Giuliano Zecchetti. Infine la categoria Silver è vinta da Michele Bruno da­
vanti a Dino Panozzo e Cristian Bonatti.                                                               

10

Marco Viscon  ‐ Reggiani

11

Gianluca Giorgi ‐ Reggiani

12

Il calendario originario prevedeva che la seconda prova del Campionato 2020 si do­
vesse svolgere ad Adria, sul tracciato modificato. Purtroppo un ritardo nella stesura del
nuovo manto stradale ha costretto gli organizzatori a rinviare la gara. Anche se i dubbi
a riguardo della disponibilità del tracciato circolavano da tempo la comunicazione uffi­
ciale del rinvio è arrivata un po’ all’ultimo momento. L’organizzazione si è subito attivata
per cercare un’alternativa e non dover rimandare tutto a settembre. Alla fine è stato
trovato un accordo con l’Autodromo di Magione, organizzando una gara per il 2 ago­
sto, consapevoli del fatto che la decisione presa all’ultimo momento per di più in una
data non ideale per via della concomitanza per molti delle ferie e le probabilità di
disputare le gare in condizioni non ideali avrebbe portato ad una forte riduzione del nu­
mero di partecipanti. Alla fine la presenza di 17 iscritti può considerarsi un ottimo ri­
sultato.

13

Marco Brambilla ‐ Marabo o

14

Dopo delle sessioni di prove libere sabato 1 e domenica 2, in tarda mattinata si
svolgono le qualifiche. La pole position è di Gianluca Giorgi con la Reggiani Super Ju­
nior del Borbotta racing, seguito da Antonio Vessicchio (Reggiani Super Junior del Ves­
sicchio racing) e Marco Brambilla su Marabotto del Bray Hill racing.      
Andrea Tosetti, iscritto in Super Junior con l’innovativa ARRT a propulsione elettrica
preferisce rinviare l’esordio, organizzando una seduta di test nei giorni successivi. 

Andrea Tose  ‐ ARRT

15

il podio di gara 1

il conta o tra Gire  e Zecche 16

Verso le 15:00 le vetture della Formula Class Junior si schierano per gara #1. Lorenzo
Tocci, per l’occasione sulla ABR del Borbotta racing deve prendere il via dalla corsia
box.
All’accendersi del semaforo verde Giorgi scatta al comando, seguito da Collivadino e
Brambilla mentre Vessicchio rimane un po’ attardato, finendo per essere insidiato
anche da Giretti. Alla prima staccata Paolo Collivadino riesce ad infilare Giorgi
prendendo la testa della gara. Nel corso della prima tornata si gira Frattini, che occu­
pava la sesta posizione, assieme a Gattuso mentre Panozzo deve fare un’escursione
fuori pista per evitare le due vetture in mezzo al tracciato. Giorgi riesce a ripassare Colli­
vadino, riprendendo il comando. Tocci, partito dai box non riesce nemmeno a comple­
tare il primo giro e deve fermarsi a bordo pista e questo causa l’uscita della safety car.
Quando la gara riprende Giretti cerca di passare Brambilla senza riuscirci, per il resto le
posizioni rimangono invariate. Max Galli rientra ai box per un problema meccani­
co.
Arduino Giretti, su Covir va in testacoda, purtroppo Zecchetti non riesce ad evitarlo e,
seppure a bassa velocità finisce per agganciarsi alla vettura del forte pilota di Colle­
ferro. I commissari riescono a liberare le due vetture che riprendono la pista anche se
Giretti rientra ai box non potendo proseguire.
Gianluca Giorgi conclude da vincitore davanti a Paolo Collivadino, primo nella classe
Formula Junior. Terzo posto assoluto per Marco Brambilla. Quarta piazza per Jacopo
Prescendi, davanti a Galeati, Frattini e Michele Bruno, primo della categoria
Silver.

Arduino Gire  ‐ Covir guida il gruppo

17

L’inserimento in programma di gara #2 per le 19 aveva suscitato parecchie perplessità
e qualche malumore e com’era prevedibile gara #2 inizia dopo l’orario previsto a cau­
sa di alcuni ritardi accumulati nelle gare precedenti.
Lo schieramento vede Tiziano Frattini in pole, affiancato dalla compagna di team
Annalaura Galeati, Prescendi, Brambilla, Collivadino e Giorgi.
Oltre a Tosetti al secondo via mancano anche Daniele De Luca e soprattutto Gianluca
Giorgi, vincitore di gara #1, la cui monoposto non si avvia al momento di scendere in
pista.                                                                                                   
Al via è Galeati a scattare benissimo, portandosi in testa, seguita da Frattini, Prescendi,
Collivadino e Brambilla.  Frattini ha un rallentamento e viene passato da Prescendi e
Collivadino, scendendo in quarta posizione.                                                                           
Nel corso del secondo giro Jacopo Prescendi supera Galeati, portandosi al comando.
Galli e Bruno danno vita ad una bella battaglia per la decima posizione.
Prescendi allunga sugli avversari mentre Frattini riesce a passare Collivadino, portandosi
in terza posizione e andando all’attacco di Galeati. Al quarto giro Galeati prova ad
attaccare Prescendi, alla prima staccata ma deve desistere. Frattini riesce a sopra­
vanzare Galeati, portandosi al secondo posto.                                                        
Il sesto giro vede Michele Bruno finire nella via di fuga in curva 1 dopo un contatto con
Max Galli, rimanendo bloccato. Anche Galli deve fermarsi poco lontano e le due vettu­
re in posizione pericolosa obbligano la direzione a far uscire la safety car. Prima che
venga esposto il cartello “SC” Frattini riesce a passare Prescendi, conquistando la testa
della gara. Nel corso del nono passaggio viene esposta la bandiera rossa terminando,
di fatto la competizione in regime di safety. Il motivo di questa fine prematura della ga­
ra è puramente tecnico, infatti, data l’ora tarda non era più possibile garantire la pre­
senza delle ambulanze in pista e questo ha obbligato a dichiarare conclusa la gara al
nono passaggio dei dodici previsti.                                                                                         
La vittoria va quindi, meritatamente a Tiziano Frattini, davanti a Jacopo Prescendi e
Annalaura Galeati. Quarta piazza per Paolo Collivadino, primo della classe Formula Ju­
nior, davanti a Marco Brambilla, Arduino Giretti, Giuliano Zecchetti, Dino Panozzo, primo
della classe Silver.                                                                                                 

18

il podio di gara 2

Tiziano Fra ni ‐ Fiorillo

19

20

Annalaura Galea

21

Jacopo Prescendi e Gianluca Giorgi su Reggiani

22

Enrico Maria Biribicchi ‐ Reggiani

23

Lorenzo Tocci ‐ Corsini

24

Sabato pomeriggio si disputano le qualifiche, al termine delle quali è Gianluca Giorgi
ad ottenere la pole davanti a Marco Brambilla (1° della Formula Class Junior) e
Massimiliano Vichi. Miglior tempo per la classe Silver per Lorenzo Tocci.
Problemi meccanici per Enrico Biribicchi, costretto a dare forfait, così come per Antonio
Vessichio e soprattutto Tiziano Frattini che a causa della rottura del propulsore è
costretto a fare da spettatore, impossibilitato a difendere la sua leadership in
campionato.

25

Domenica 27 la prima delle due gare è in programma per le 8:55. A parte l’orario, poco
agevole per piloti e meccanici, il fatto di correre la mattina presto è positivo perché
almeno consente di correre sull’asciutto, visto che le previsioni meteo sono pessi­
me.
Al momento di entrare in pista si presenta anche Corrado Cusi, con la sua splendida
Corsini SuperJunior (che monta il retrotreno di una Predators) che si schiera in ultima po­
sizione.                                                                                             
Al via scatta bene Giorgi, seguito da Brambilla. Il primo giro si chiude con Giorgi davanti
a Brambilla, Galli, Vichi e Zecchetti.                                                                         
Si gira Cristian Bonatti, riuscendo a ripartire mentre Cusi comincia a recuperare posizioni.
Giorgi, Brambilla e Galli allungano sul resto del gruppo. Vichi e Zecchetti danno vita ad
un bel duello per la quarta piazza. Giorgi allunga su Brambilla che deve vedersela con
Galli mentre anche Vichi riesce a distanziare Zecchetti che deve, a sua volta guardarsi
da Tocci, leader della classe Silver.
Viene esposta una bandiera nera per Gattuso. Purtroppo il pilota non la nota e non si
ferma nel limite previsto di tre giri dall’esposizione e questo gli costa una pesante sanzio­
ne economica.
Si arriva all’ultimo giro con Gianluca Giorgi che taglia per primo il traguardo, seguito
da Brambilla e Galli. Vichi, meritatamente quarto sino a quel momento va in testa­
coda all’ultima curva finendo contro il muretto dei box con danni per la vettura
ma, fortunatamente non per la sua persona. Il quarto posto viene così ereditato da
Zecchetti che precede Tocci, Giretti, Galeati. Panozzo, Pennisi, BonattI e Pre­
scendi.
In effetti in quinta posizione ci sarebbe Corrado Cusi ma,
essendo la sua vettura non conforme al regolamento
della formula Super Junior, viene escluso dalla classifi­
ca.  

Claudio Ga uso ‐ Mandelli

26

27

Arduino Gire  ‐ Covir

28

Come previsto il tempo vira velocemente al brutto e la pioggia comincia a scendere
copiosa. Quando è il momento di schierarsi per la seconda gara la pista è decisamente
bagnata ma i piloti non si fanno certo pregare per scendere in pi­
sta.
Lo schieramento vede in prima posizione Arduino Giretti, al suo fianco c’è Lorenzo
Tocci, quindi Zecchetti, Galli, Brambilla e Giorgi.

Visto lo stato della pista il via viene dato dietro alla safety car che, al termine del
secondo giro rientra, consentendo alla gara vera e propria di iniziare. Arduino
Giretti parte benissimo e allunga immediatamente su Tocci, Zecchetti e
Galli.
Si gira Brambilla, in quel momento in quinta posizione. Riesce a ripartire venendo
sopravanzato solo da Annalaura Galeati.                                                                   
Mentre Giretti comanda indisturbato Tocci deve vedersela con Zecchetti. Nel

corso del quinto passaggio Tocci va in testacoda. Zecchetti e Galli eredi­
tano la seconda e terza posizione.  Per recuperare la vettura di Tocci,
dal settimo giro entra nuovamente in pista la safety car. Quando la
safety rientra Giretti allunga immediatamente mentre Galli riesce a
conquistare la seconda posizioni ai danni del amico rivale Zecchetti.
Nel corso dell’undicesima tornata Galli va in testacoda dovendo ce­
dere la posizione a Zecchetti.                                                         
La gara si conclude con la meritata vittoria di Arduino Giretti che
con la sua Covir precede Giuliano Zecchetti, Galli, Prescendi, Bo­
natti, primo della classe Silver, Panozzo, Gattuso, Brambilla, Pennisi,
Galeati (prima in classe Super Junior) e De Luca.
Giornata trionfale per Covir che vince nella classifica assoluta e della
Formula Class Junior con Giretti ed é prima nella categoria Silver con
Bonatti.

29

Corrado Cusi ‐ Corsini Daniele De Lu

Schieramento di partenza

30

uca ‐ Mandelli

La ve ura incidentata di Vichi

31

Il 10 ottobre si torna a Varano e dopo i turni di prove libere lLa sessione di qualifica si
svolge, come previsto nel primo pomeriggio di sabato con 20 dei 22 piloti iscritti che
scendono in pista (forfait di Tosetti e Contini).

Al termine del turno il miglior tempo è di Gianluca Giorgi con la Reggiani Formula Super
Junior del Borbotta racing davanti alla sorprendente Annalaura Galeati. Terzo tempo
per Roberto Di Modugno, primo nella Formula Class Junior. Seguono Paolo Collivadino ,
Massimo Galli . Nicolò Pavoni che è il più rapido della categoria Silver.

Nicolò Pavoni ‐ Reggiani

32

33

Come previsto la giornata di domenica è all’insegna della pioggia.                          
La prima delle due gare per la Formula Class prende il via dietro la safety car che rientra
ai box al termine del secondo giro consentendo ai piloti di iniziare la gara vera e pro­
pria.
Giorgi mantiene la testa mentre Di Modugno riesce a sopravanzare Galeati alla prima
staccata con Collivadino intenzionato a strappare la terza piazza alla pilota del Maki
team, cosa che avviene alla staccata della Parabolica.
Roberto di Modugno nel quinto passaggio riesce a passare al comando alla nuova va­
riante dopo un piccolissimo contatto in fase di staccata con Giorgi.                               
Giunti alla seconda esse Giorgi finisce in testacoda andando a sbattere contro le prote­
zioni a bordo pista, terminando la sua gara e, di fatto anche il fine settimana.
Il sesto giro vede così Di Modugno al comando davanti a Collivadino, Galli, Pavoni, Pa­
nozzo, Frattini, Giretti, Brambilla , Galeati e Prescendi nelle prime 10 posizioni. Mentre Di
Modugno conduce con autorevolezza prosegue la notevole rimonta di Frattini che
dalla 13^ posizione al via si porta sino alla quarta posizione. Nel corso dell’ottavo pas­
saggio Frattini perde due posizioni, venendo passato da Panozzo e dal bravissimo Pavo­
ni alla sua prima apparizione in F. Class. La tornata successiva Frattini si riporta in quarta
posizione. Collivadino comincia a forzare su Di Modugno, riducendo il distacco che da
5”2 del giro precedente diventa 1”5 non sufficiente per cercare il sorpasso.
La gara si conclude con la vittoria di Roberto Di Modugno, sulla Cavallini del Dimora­
cingteam, primo anche nella categoria Formula Class Junior, davanti a Paolo Collivadi­
no su Covir del Team Covir e a Massimo Galli sulla Reggiani della Galli corse. Quarta
piazza e prima posizione in classe Silver per Dino Panozzo con la Reggiani del Dino ra­
cing che precede Tiziano Frattini sulla Fiorillo del Maki che conquista il primo posto in
classe Super Junior. Seguono Arduino Giretti sulla Covir del Team Covir e Nicolò Pavoni
sulla Reggiani del Sarchio racing.

34

Roberto Di Modugno ‐ Cavallini

35

Tiziano Fra ni ‐ Fiorillo

36

Alle 14:30 prende il via la seconda gara della Formula Class. Arduino Giretti parte dalla
pole position, davanti a Frattini, Panozzo, Galli, Collivadino e Di Modugno. Oltre a Tosetti
e Contini si deve segnalare l’assenza di Tocci e Giorgi ritirati in gara 1 e non in grado di
schierarsi nella seconda.                                                       
A causa della pioggia anche questa volta il via avviene dietro alla safety car. La gara
vera e propria ha inizio con il secondo passaggio, quando la safety car rientra ai box.
Alla staccata della Parabolica Frattini prende il comando, passando Giretti. Il forte pilo­
ta laziale cerca di resistere arrivando ad entrare alla prima esse affiancato a Frattini, ri­
prendendo il comando. Alla successiva staccata della Parabolica Frattini riesce
nuovamente a sopravanzare Giretti. Galeati esce di pista, fermando la sua vettura
contro il muretto dell’ultima curva. Per recuperare la sua vettura viene fatta uscire la sa­
fety car. Quando la safety car rientra la gara riprende con i piloti compattati. Frattini rie­
sce immediatamente ad allungare mentre, alle sue spalle si scatena una bella lotta tra
Giretti, Galli, Di Modugno e Panozzo. Di Modugno, nel tentativo di passare Galli si gira
alla staccata della prima esse, finendo in settima posizione.                                           
Collivadino riesce a passare Pavoni alla prima esse, portandosi in quinta posizione.
Galli supera Giretti alla seconda esse, portandosi al secondo posto.
Nell’ultimo giro Collivadino passa Giretti ma poi si gira alla prima esse, scendendo in
settima posizione. Di Modugno riesce a sopravanzare anche Giretti, portandosi in terza
piazza.
La gara si conclude con la vittoria di Tiziano Frattini, sulla Fiorillo del Maki Team, primo
anche in classe Superjunior, davanti a Massimo Galli, sulla Reggiani del Galli corse, pri­
mo in categoria Formula Class. Terzo posto per il fortissimo Roberto Di Modugno sulla
Cavallini del Dimoracingteam. Quarto posto per Arduino Giretti, davanti a Panozzo, pri­
mo della classe Silver, Pavoni, Collivadino, Zecchetti, Brambilla e Gattuso.

37

Paolo Collivadino ‐ Covir

38

39

Michele Bruno ‐ Marabo o

Davide Ghe  ‐ Fiorillo

Cris an Bona  ‐ Covir

Dino Panozzo ‐ Reggiani

40

Vi orio Opiperi ‐ Cavallini

Massimo Galli ‐ Reggiani

41

Ancora una volta il calendario deve subire una modifica. La prova prevista a Cervesina
non può essere disputata per divergenze con i gestori del tracciato. Di conseguenza si
torna nuovamente a Varano dove sabato 31 ottobre si svolgono dei turni di prove libere
e nel pomeriggio si disputano le qualifiche, con 30’ a disposizione dei 22 piloti iscritti.
Al termine della sessione il miglior tempo è di Antonio Vessicchio. Secondo posto per Ro­
berto Di Modugno primo nella categoria Formula Class Junior. Terzo tempo per Nicolò
Pavoni che, alla sua seconda gara in Formula Class Junior ottiene il miglior crono per la
categoria Silver.                                                                                             

42

Antonio Vessicchio ‐ Reggiani

43

Domenica 1° novembre, un po’ prima di mezzogiorno le monoposto della Formula Class
Junior si schierano per la prima delle due gare. Per una volta il cielo non minaccia
pioggia ed i piloti possono concentrarsi a dare il meglio in pista senza ulteriori preoccu­
pazioni. Dato che l’evento si svolge nell’ambito del Trofeo Super cup, contrariamente al
solito le gare sono di venti minuti e non basate su un numero prefissato di giri.
Al via Vessicchio scatta bene, conservando la prima posizione all’entrata della nuova
variante, insidiato da Di Modugno. Jacopo Prescendi finisce nella ghiaia, in uscita dalla
nuova variante, riuscendo a rientrare in pista, in ultima posizione.
Alla staccata delle pima esse è Nicolò Pavoni a transitare per primo, davanti a Di Mo­
dugno, Galli, Vessicchio, che ha avuto evidentemente problemi in uscita della paraboli­
ca e Contini.                                                                             
Contini ripassa Giorgi mentre, Vessicchio cerca di passare Galli per il terzo posto. Alla
staccata della seconda esse Di Modugno arriva lungo, tagliando per i prati e
consentendo a Galli di passarlo.                                                                        
Pavoni allunga su Galli, Di Modugno, Vessicchio e Contini. Poco distanti seguono Giorgi,
Galeati e Zecchetti. Alla staccata della parabolica Contini passa Vessicchio che
sembra avere dei problemi mentre Galeati supera Giorgi che viene poi passato anche
da Zecchetti, Frattini e Brambilla.
Pavoni prosegue al comando con un buon margine sulla coppia Galli, Di Modugno e, a
breve distanza un’altra coppia formata da Contini e Vessicchio. Alla staccata delle pi­
ma variante Contini rallenta, venendo passato da Vessicchio e dagli altri.
L’ottavo giro vede Pavoni perdere un po’ del suo vantaggio, rimanendo comunque in
controllo della situazione. Al nono passaggio Max Galli va in testacoda con Vessicchio
che deve evitarlo, consentendo a Di Modugno di accorciare le distanze. Galli riesce a
riprendere la pista subito dopo Di Modugno, minimizzando i danni.
Mentre Pavoni e Vessicchio transitano sul traguardo uno in scia all’altro Michele Bruno
deve abbandonare fermando la sua monoposto nella via di fuga della nuova variante.
Colpo di scena con Vessicchio che rallenta di colpo in uscita della parabolica termi­
nando la sua bellissima gara.
Il sedicesimo passaggio, allo scadere dei 20’ di gara vede la prima vittoria per la
Reggiani del Sarchio racing di Nicolò Pavoni, alla sua seconda esperienza in Formula
Class Junior. Seconda posizione per Roberto Di Modugno mentre Max Galli conquista il
terzo gradino del podio. Pavoni con la sua incredibile e meritatissima vittoria conquista il
primo posto assoluto e quello della categoria Silver. Quarto posto per Giuliano Zecchetti
che precede Tiziano Frattini primo della categoria super junior.

44

Andrea Bollini ‐ Mandelli e Vi orio Opiperi ‐ Cavallini

45

Nicolò Pavoni ‐ Reggiani

46

47

Verso le 16 è il momento della seconda gara della giornata. La pole position è di
Brambilla sulla Marabotto del Bray hill racing davanti a Tiziano Frattini su Fiorillo del Maki
team, Zecchetti, Galli, Di Modugno e Pavoni.                                
Al via la prima sorpresa è di Frattini che dopo pochissimi metri deve accostare a bordo
pista, terminando la sua gara ancora prima di affrontare la prima staccata. Brambilla
riesce a tenere la testa sia alla nuova variante che alla parabolica dove Bonatti va in
testacoda in mezzo al gruppo, fortunatamente evitato da tutti, riuscendo a ripartire
anche se in ultima posizione. Giunti alla staccata della prima esse Di Modugno arriva a
ruote bloccate nel tentativo di passare Brambilla, anche lui decisamente al limite. Le
due vetture effettuano una scivolata in simultanea ed entrano in contatto. Brambilla
subisce qualche danno alla carrozzeria finendo nel prato per poi rientrare in pista dopo
avere perso alcune posizioni.
Il primo giro si conclude con Di Modugno in prima posizione, seguito da Vichi e Pavoni.
Vichi passa Di Modugno alla staccata della prima variante, portandosi in prima posizio­
ne. Alla staccata della Ickx Di Modugno restituisce il favore a Vichi e si riporta in testa.
Alla staccata della prima variante Vichi ripassa Di Modugno giusto un attimo prima che
venga esposto il cartello “SC” per segnalare l’ingresso in pista della Safety car per
consentire il recupero di alcune vetture ferme lungo il tracciato.
Alla ripartenza della gara Di Modugno infila Vichi alla staccata della parabolica,

48

andando a riprendersi la prima posizione. Anche Pavoni prova a passare Vichi che però
resiste e riesce a passare in seconda posizione alla staccata della prima variante. Di
Modugno allunga su Vichi, Pavoni e Galli in lotta tra loro mentre Giorgi procede con il
braccio alzato in segno di resa. Pavoni riesce a passare Vichi.                               
Al decimo giro Di Modugno conduce su Pavoni, Vichi, Galli, Prescendi, Contini e
Zecchetti. Giunti alla staccata della nuova variante Contini rallenta, alzando il braccio
e concludendo la sua bella gara. Nel tredicesimo passaggio Galli si avvicina a Vichi,
sempre con Prescendi incollato al suo retrotreno. Dopo una lunga battaglia Galeati rie­
sce a sopravanzare Pennisi e a portarsi in settima posizione. Al ferro di cavallo Prescendi
prova un ultimo attacco a Galli che riesce a resistere.                                                  
Il quindicesimo passaggio sul traguardo segna la fine della gara e la vittoria del bravissi­
mo Roberto Di Modugno che precede la rivelazione di questa gara: Nicolò Pavoni.
Massimiliano Vichi conclude al terzo posto una gran gara precedendo in volata Galli e
Prescendi, seguiti da Zecchetti, Galeati, Pennisi, Panozzo e Bonatti uno in fila
all’altro.
Di Modugno vince quindi la classifica assoluta e quella della Formula Class Junior. Pavo­
ni porta a casa un bellissimo secondo posto e la vittoria in classe Silver mentre il terzo
classificato Vichi si piazza primo nella Super junior.

Fabio Con ni ‐ Whippet, Jacopo Prescendi ‐ Reggiani, Giuliano Zecche  ‐ Reggiani

49

50


Click to View FlipBook Version
Previous Book
Read [PDF] The Winter Sisters A Novel Kindle
Next Book
Download (pDf) Smithsonian Handbooks Reptiles and Amphibians (Smithsonian Handbooks) (DK Smithsonian Handbook) unlimited