The words you are searching are inside this book. To get more targeted content, please make full-text search by clicking here.

La stagione 2021 della Formula Class Junior

Discover the best professional documents and content resources in AnyFlip Document Base.
Search
Published by FORMULA JUNIOR, 2021-12-27 11:28:28

annuario 2021

La stagione 2021 della Formula Class Junior

STAGIONE 2021

1

La stagione 2021 è stata ancora segnata dalla pandemia che ha conti­
nuato a flagellare il pianeta. Fortunatamente la situazione è stata meno
drammatica rispetto all’anno precedente e questo ha consentito di orga­
nizzare una stagione quasi normale.
Le problematiche dell’autodromo di Adria hanno portato ad una varia­
zione del calendario così come contrattempi, non imputabili a FX Ita­
lian Series, hanno costretto a cambiare la sede della prova finale che
avrebbe dovuto essere a Misano ed è invece stata corsa a Cervesina. I
tempi restano difficili; eppure, la Formula Class Junior ha conosciuto un
successo che non si vedeva dai tempi del “Cadetti”. Ben 43 piloti hanno
preso parte ad almeno una gara. 15 differenti costruttori (con vari mo­
delli), 28 teams, dieci differenti preparatori di propulsori. 12 piloti in
classe Gold, 21 in classe Silver e 10 nella Super junior si sono
confrontati nel 2021. Numeri incredibili che confermano il successo di
questa categoria che calca le piste dal 1965 …
Oltre ai numeri quello che conta è che lo spettacolo in pista non è mai
mancato. In alcuni tracciati la prevalenza delle monoposto della classe
Super Junior è stata evidente ma, nel complesso si è riscontrato un equi­
librio che, non a caso ha assegnato il titolo assoluto ad un pilota della
classe Gold. Nicolò Pavoni ha portato a casa il titolo, conquistandolo
solo all’ultima prova. Dino Panozzo ha vinto la classe “Junior”. Nel suo
caso hanno addirittura contato gli scarti obbligatori e questo la dice
lunga su quanto sia stata combattuta la lotta per i vari campionati.
Anche nella Super Junior la battaglia si è protratta sino all’ultima gara
e, per il secondo anno di seguito è stata Annalaura Galeati a prevalere,
ottenendo anche il terzo posto nella classifica assoluta. Infine, la classe
Silver è stata vinta dal bravo Lorenzo Tocci che si è rivelato decisa­
mente forte, tanto da conseguire il settimo posto nella classifica delle
Junior e l’undicesimo in quella assoluta. Anche il “campionissimo”
Marco Visconti ha ottenuto l’opportunità di confrontarsi con i propri
avversari, venendo riammesso in classe Gold e com’era ovvio, ha mo­
strato tutto il suo valore con il 2° posto nella classifica assoluta ed il 3°

2

in quella riservata alle Junior ottenendo quattro vittorie assolute.
Protagonisti della stagione anche Prescendi, Giorgi, Brambilla, Vichi,
Galli e Gattuso. Un incidente nella prima gara ha costretto Di Modugno
a saltare tre gare.
La stagione ha visto anche esordi di peso con Mattia Pavoni, fratello
maggiore di Nicolò che è sceso in pista con una splendida Corsini Super
Junior mettendosi subito in evidenza. Ottime anche le prestazioni mo­
strate da Giovanni Palazzo, Alessandro Procacci e Marco Piergallini.
Da segnalare anche l’esordio di Massimiliano Coerezza, unico a correre
con un propulsore di 1000 cc e con una vettura decisamente datata, vero
esempio di come si può correre in Formula Class Junior. Per iniziativa di
Giovani Grasso, pilota e organizzatore del Trofeo Siciliano riservato
alle F. Junior, tre piloti Siculi hanno preso parte alla stagione. Giuseppe
Angilello, Andrea Carpenzano e Fabrizio Vitellino si sono distinti in pi­
sta. Per loro ogni trasferta è stata un vero viaggio.
Purtroppo, Paolo Collivadino, dopo le prime quattro prove ha deciso di
interrompere la sua partecipazione alla serie, decidendo di terminare la
sua bellissima carriera. La speranza è che possa ripensarci …
Le uniche note negative della stagione sono venute da problemi pratici e
organizzativi che hanno visto troppe gare finire anzitempo a causa di
bandiere rosse o per la riduzione del numero di giri previsti e questa è
una cosa che ai piloti, spesso disposti a fare notevoli sacrifici per poter
correre, non fa assolutamente piacere.
L’organizzazione della FX Italian Series e, soprattutto di Andrea To­
setti ha consentito di disputare delle bellissime gare, tutte trasmesse sul
canale Sky MS Motors e in streaming. Ottimamente commentate da
Marco Privitera hanno consentito agli appassionati, ancora impossibi­
litati a recarsi negli autodromi di assistere ad uno spettacolo ecceziona­
le, degno della storia della Formula Monza.
Romolo Tavoni e Luigi Bertett, i padri fondatori della categoria ne sa­
rebbero sicuramente stati fieri.

Gianluca Mazzullo

3

4

La stagione 2021 inizia con la pole position di Gianluca Giorgi sulla Reggia­
ni Super Junior del Borbotta Racing, davanti a Nicolò Pavoni primo di clas­
se Silver e a Jacopo Prescendi, sulla Reggiani del team Popo 76.

5

La prima gara é all’insegna del maltempo con una forte pioggia che
rende estremamente difficile la guida.
Tiziano Frattini deve dare forfait prima ancora del via e purtroppo, anche
Piergallini è costretto a parcheggiare la sua Mariv nel corso del giro di
schieramento …
Per ragioni di sicurezza il via della gara avviene dietro alla Safety Car.
Nel corso del secondo passaggio la Safety Car spegne le luci e le vetture
possono iniziare la gara vera e propria con il terzo giro.
Pavoni prende subito la testa della gara, davanti a Giorgi e Prescendi.
Il quarto passaggio comincia con Panozzo affiancato a Pavoni che, alla
staccata di curva 1 passa al comando. Intanto Visconti passa Giorgi,
portandosi in terza posizione. Dino Panozzo allunga subito. Alla staccata
della Parabolica Prescendi infila Visconti, conquistando la terza posizione.
Alrrivando alla prima curva Di Modugno va in testacoda andando ad
urtare pesantemente il muretto. Nessun danno per il pilota ma lo stesso
non si può dire per la sua Cavallini. In uscita della Parabolica Marco

6

Brambilla va in testacoda, riuscendo a ripartire.
Marco Visconti va lungo alla prima Esse, riuscendo a rientrare in pista.
La direzione gara fa uscire la Safety car per consentire il recupero della
vettura di Di Modugno. Pavoni si accoda dietro Panozzo mentre, per
un’incomprensione Prescendi rimane bloccato dietro a Carpenzano che,
con problemi al cambio non riesce a tenere il ritmo di quelli davanti e
questo crea un gap tra i primi due ed il resto del gruppo.
Dall’ottavo giro si gira in regime di Safety Car. All’undicesimo passaggio la
SC rientra e la gara riprende. Pavoni va all’attacco di Panozzo con gli altri
piuttosto distanti. Panozzo ritrova subito il suo ritmo e riesce a distanziare
Pavoni mentre Prescendi completa il doppiaggio di Carpenza­
no.
Panozzo ottiene la vittoria assoluta davanti a Nicolò Pavoni. Jacopo Pre­
scendi conquista il terzo gradino del podio, precedendo Giorgi, Collivadi­
no, Galli, Brambilla, Contini, Gattuso, Vichi e, via via tutti gli altri.

7

8

9

Per la seconda gara si deve registrare il forfait di Frattini, Angilello e Ro­
berto Di Modugno, a causa dei danni sulla sua monoposto non riparabili
per tempo. É Massimo Galli a partire dalla Pole position.
Anche per questa seconda gara il via avviene dietro alla Safety Car, visto
che la pioggia è ancora intensa.
Nel corso del terzo passaggio la Safety car spegne le luci e, con il quarto
giro la gara può cominciare.
Alla 1^ Esse passa per primo Galli, seguito da Collivadino, Giorgi, Pre­
scendi e Pavoni che, in uscita dalla variante deve accostare a bordo pi­
sta per un evidente problema tecnico. Pochissimi istanti dopo, sempre in
uscita dalla 1^ Esse Zecchetti va in testacoda, venendo passato da tutto il
gruppo. Anche per lui la gara finisce subito.
Il quinto giro vede Galli al comando, seguito da Collivadino, in lotta con
Giorgi, Prescendi e Panozzo mentre il resto del gruppo, capitanato da
Brambilla è abbastanza distante.

10

In uscita dalla Parabolica si gira Panozzo che riesce a riprendere la pista,
perdendo una sola posizione a vantaggio di Brambilla.
La direzione gara fa uscire la Safety car che congela le posizioni e ri­
compatta il gruppo. La Safety rientra subito e la gara può ripartire dal
settimo giro. Collivadino prova ad infilare Galli ma deve desistere. All’inizio
del nono giro Giorgi stacca Collivadino e si porta all’inseguimento di Galli
ma, giunti al Ferro di cavallo si gira, insabbiandosi. Il decimo passaggio
vede così Galli davanti a Collivadino e Prescendi.
Anche Gigi Luciano finisce, con la sua Silva nella sabbia della Parabolica.
L’inizio dell’ultimo giro vede la direzione gara esporre la bandiera rossa, re­
sasi necessaria per la presenza a bordo pista delle vetture di Giorgi e Lu­
ciano. La gara si conclude così con un giro di anticipo con la vittoria del
campione 2020, Max Galli davanti a Paolo Collivadino e Jacopo Pre­
scendi. Marco Visconti, decisamente sotto tono rispetto al suo solito,
conclude al 6° posto, vincendo la categoria Super Junior, mentre Claudio
Gattuso, settimo assoluto si piazza primo nella categoria Silver.

11

12

13

TITi OPILLAOMZTIIOICDNHEEELLDLEAEALFLL. ABCOLCARUSERSTVOAUNP(FAITORITAPOBEORPILRCICAHAZIEZDDOIELMRI)OENLZAA A

14

C'é da registrare il forfait di Frattini che ha rotto il propulsore nel turno di li­
bere. Anche Tosetti non riesce a girare ma, evidentemente i suoi problemi
non sono tali da pregiudicargli il resto del week end.
Al termine della sessione il miglior tempo é di Annalaura Galeati sulla Fio­
rillo Super Junior del Maki Imola motorsport davanti a Gianluca Giorgi sulla
Reggiani Super Junior Borbotta racing.
Terzo tempo per Jacopo Prescendi, primo della categoria Gold.
Nicolò Pavoni, quinto assoluto é il più veloce della classe Silver.

15

Al via Visconti prova ad infilare Galeati che mantiene la posizione. Galeati
allunga subito lasciando Visconti a vedersela con gli altri inseguitori.Vichi si
porta in terza posizione, passando Giorgi e, nel contempo Pavoni passa
Tocci portandosi al comando nella classe Silver.
Alle spalle di Galeati va in scena una bellissima battaglia tra Visconti, Vichi
e Giorgi con Prescendi un po' distaccato dalle Super Junior che sembrano
dominare questa gara.
Il sesto passaggio inizia con Galeati al comando seguita da Visconti e Vi­
chi affiancati. La manovra di Vichi va a buon fine, conquistando la se­
conda piazza mentre anche Prescendi si riporta sotto a Giorgi.
Gianluca Giorgi tocca Visconti, mandandolo in testacoda. Il pilota di Stilo
corse riesce a ripartire 12°, dopo aver fatto sfilare quasi tutti. Problemi
anche per Prescendi che deve fermarsi ai box.
La dodicesima tornata vede Galeati al comando davanti a Vichi, Giorgi
e Pavoni, primo in classe Junior e Silver, poco dietro Tocci e Zecchetti si
combattono il secondo posto della classe Junior.

16

Annalaura Galeati, su Fiorillo Super Junior del Maky Imola motorsport,
conclude la gara senza avere mai ceduto il primo posto.
E' la sua prima vittoria assoluta nella Formula Class Junior ma é anche un
momento storico perché é la seconda vittoria di una ragazza nei 55 anni
di storia della categoria.
Secondo posto assoluto per Massimiliano VIchi, su Corsini Super Junior del
Polekart team. Terza piazza per Gianluca Giorgi su Reggiani Super Junior
del Borbotta racing.
Quarta posizione al traguardo per Nicolò Pavoni su Reggiani Silver del
Sarchio racing, vincitore della sua classe ma anche primo per quanto ri­
guarda le Junior che oggi non erano in grado di competere con le Super
Junior.
Quinto posto per Lorenzo Tocci su Reggiani Silver dello Stilo corse, seguito
da Giuliano Zecchetti, primo dei piloti Gold con la sua Reggiani dello Ze­
mire's racing.

17

18

19

Al termine del giro di ricognizione di gara 2 manca Andrea Bollini, fermo
lungo il tracciato. Si decide di effettuare un nuovo giro di formazione. Una
volta che le vetture sono nuovamente schierate é la volta di Lorenzo
Tocci ad avere problemi con la vettura ammutolita nella sua posizione di
partenza. La sua Reggiani viene portata ai box mentre tutto il gruppo
percorre un ennesimo giro di formazione.
Probabilmente a causa del surriscaldamento per le due procedure aborti­
te, la monoposto di Giorgi si muove prima del via, innescando fatalmente
una procedura per "jump start" ai suoi danni anche senza avere tratto
alcun vantaggio. Zecchetti, dalla sua posizione solitaria in prima fila parte
bene e affronta in testa la prima curva, insidiato da Vichi. Ottima partenza
anche per Collivadino che dall'ultima posizione si ritrova decimo dopo so­
lo due curve. Visconti si mette alle costole di Zecchetti e, dietro di lui si
raggruppano Giorgi e Galeati. La direzione gara applica a Giorgi la

20

sanzione per la partenza anticipata sommando ben 25" al suo tempo, co­
sa che lo precipita in 15^ posizione pur rimanendo nel gruppo di testa. Al
sesto passaggio Vichi comanda, inseguito da vicino da Visconti e poco
più indietro Galeati, Giorgi e Pavoni.
Il dodicesimo ed ultimo passaggio vede Vichi al comando seguito da
Giorgi, Pavoni e Galeati quasi affiancati sul traguardo. Pavoni entra a ruo­
te bloccate in curva uno, passando Giorgi. Questa bagarre favorisce Vi­
chi che riesce ad allungare leggermente sul terzetto di scatenati. Poco
più indietro anche Zecchetti e Collivadino danno vita ad una bella lotta.
Pavoni tenta un ultimo assalto a Vichi all'ultima curva ma deve accodarsi.
Massimiliano Vichi va così a vincere la gara, precedendo Nicolò Pavoni.
Gianluca Giorgi taglia il traguardo per terzo, anche se la sua posizione
reale é l'ottavo posto. Annalaura Galeati si classifica terza.

21

22

23

24

A cinque minuti dal termine delle qualifiche Annalaura Galeati stacca un
ottimo tempo che la colloca in testa alla classifica davanti a Contini e
Giorgi terzo, ristabilendo la supremazia delle Super junior vista nel prece­
dente weekend corso a Modena.
Quarto tempo, primo della classe Gold per Marco Visconti davanti a Ni­
colò Pavoni, primo della classe Silver.

25

Al termine del giro di formazione Giuliano Zecchetti si ritrova con la vettura
ammutolita. Inevitabilmente la procedura di partenza viene annullata. Al
“pronti via” è Marco Visconti a scattare meglio di tutti, portandosi al co­
mando alla prima curva. Contini ha difficoltà a partire, perdendo posizio­
ni. Galeati prova ad attaccare Visconti che, prontamente le chiude la
porta. Giorgi prova a passare Galeati che resiste mentre Frattini va in te­
stacoda creando un piccolo divario tra chi lo segue e la testa della gara.
Giorgi si porta al comando mentre Galeati va all’attacco di Visconti,
senza riuscire a conquistare la posizione. Alla staccata della prima curva
Pavoni, a ruote bloccate infila Visconti, portandosi in terza posizione.
Intanto Galeati ricuce su Giorgi, portandosi in scia. Giorgi e Galeati si pre­
sentano affiancati sul traguardo. Alla prima staccata Galeati infila e passa

26

all’esterno Giorgi, andando a prendere il comando della gara. Bardelle
va in testacoda rimanendo con le ruote motrici sollevate da terra. Viene
dapprima istituito un regime di Full Course Yellow quindi viene mandata in
pista la Safety Car che rientra quasi subito. Al restart Visconti prova
l’attacco a Pavoni che chiude duramente la porta.
Inizia il 13° e ultimo giro con Galeati al comando, davanti a Giorgi, Pavoni,
Contini, Vichi, Visconti e Prescendi.
La gara termina con la meritata vittoria di Annalaura Galeati, alla guida
della Fiorillo Super Junior del Maky Imola Motorsport. Seconda piazza per
Gianluca Giorgi sulla Reggiani Super Junior del Borbotta racing. Terzo gra­
dino del podio e prima posizione sia nella classe Formula Class Junior che
Silver per Nicolò Pavoni, sulla Reggiani del Sarchio racing.

27

28

29

Marco Visconti parte in pole position, seguito da Vichi, Contini, Pavoni,
Giorgi e Galeati. Allo spegnersi dei semafori rossi Visconti scatta bene ma
Vichi sfrutta la maggior potenza della sua Corsini­Suzuki e riesce a portarsi
in testa alla staccata della prima curva.
Da segnalare lo spettacolare avvio di Paolo Collivadino e Tiziano Frattini.
Il terzo giro si chiude con Vichi davanti a Visconti, nuovamente affiancato
da Contini, manovra duplicata anche da Galeati su Pavoni che la spinge
verso il bordo pista. Le due manovre si concludono positivamente e Conti­
ni entra per secondo in curva uno così come Galeati transita in quarta
piazza. Contini ha però un rallentamento improvviso, venendo ripassato
da Visconti e anche da Galeati. Pavoni s’infila all’interno di Galeati e, con
un piccolo contatto conquista la posizione. La manovra aggressiva di Pa­
voni provoca un piccolo rallentamento di Galeati che si vede attaccata
anche da Prescendi e Giorgi ma questa azione termina con un contatto
tra i due che rimangono fermi a bordo pista. Il decimo giro inizia con la sa­
fety car in pista per consentire il recupero delle vetture di Giorgi e Pre­
scendi oltre a quella di Contini. La gara riparte con un solo giro da
disputare.

30

Vichi é al comando davanti a Visconti, Pavoni e Galeati e sembra tenere
la posizione mentre Galeati prova ad affiancare Pavoni che si difende
chiudendole la traiettoria.
Visconti, con una staccata mozzafiato riesce ad infilare Vichi alla prima
curva, andando a prendere il comando. Vichi tenta di resistere ma Vi­
sconti è determinato a mantenere la posizione conquistata. Anche Pa­
nozzo e Brambilla si presentano affiancati con un duello spettacolare.
Visconti crea subito un piccolo divario mentre Pavoni prova ad attaccare
Vichi che cerca di resistere ma, dovendo allargare in curva si vede infilato
dal pilota del Sarchio racing. Vichi prova a rispondere ma all’ultima curva
ci sono le bandiere gialle per un contatto tra Luciano e Angilello. Marco
Visconti vince a sorpresa ma meritatamente la gara mentre Vichi riesce a
superare sul traguardo Pavoni, terminando in seconda posizione, con un
margine di 54 millesimi !! Quarta piazza per Annalaura Galeati. La classe
Super junior vede Vichi primo, davanti a Galeati e Frattini. Nella classe ri­
servata alla Formula Class Junior il primo posto è, ovviamente di Visconti,
davanti a Pavoni e Panozzo. Infine nella classe Silver il primo posto è di Pa­
voni, davanti a Bollini e Carpenzano.

31

32

33

34

Al termine della sessione la pole position è di Annalaura Galeati sulla Fio­
rillo­Honda del Maki Imola motorsport, che, come a Modena, ha preferito
non prendere parte alle prove libere per scatenarsi in qualifica. Secondo
tempo per Marco Visconti davanti a Nicolò Pavoni, per l’occasione al vo­
lante di una Corsini­Honda Super Junior, preparata in famiglia.
Miglior crono per la classe Silver per il rientrante Lorenzo Tocci su Reggiani
Junior dello Stilo corse, 8° assoluto.

35

Dopo lo sventolamento della bandiera verde in fondo allo schieramento
non viene attivata la procedura di accensioni delle luci, la causa è dovu­
ta alla mancanza di Filippo Bardelle che compare dopo qualche se­
condo. La bandiera verde viene nuovamente sventolata e la procedura
di partenza può cominciare. Allo spegnimento dei semafori rossi, con uno
scatto fenomenale Marco Visconti prende subito il comando, seguito da
Galeati, Luciano, Vessicchio e Pavoni. Al Curvone Galeati prova ad infila­
re Visconti riuscendo a completare la manovra ai Cimini, imitata da Lucia­
no che approfitta di un bloccaggio di Visconti per guadagnare la
seconda piazza. All’uscita dei Cimini2 Luciano passa in testa mentre
anche Vessicchio va all’attacco di Visconti. Il primo giro si conclude con
Vessicchio davanti a Galeati, Visconti e Pavoni. Luciano infila Visconti,
portandosi in quarta posizione. Galeati torna al comando. In questa fase
il predominio delle super junior è evidente con le prime quattro posizioni
occupate da altrettante vetture di questa classe. Al termine del terzo giro
Vessicchio passa Galeati sul traguardo in maniera talmente perentoria da
far supporre qualche problema per la pilota del team Maki, infatti anche

36

Pavoni la supera. Visconti passa Galeati, sempre più in crisi mentre
Brambilla, finisce in testacoda perdendo molte posizioni. Al termine del se­
sto passaggio Vessicchio conduce, davanti a Pavoni, Luciano, Visconti,
Galeati, il duo Covir, Tocci che comanda la classifica Silver, seguito da
Giorgi e Panozzo. Giretti riesce a passare Collivadino, portandosi in quinta
posizione assoluta e seconda della Junior.
Nel corso dell’ottavo passaggio c’è da registrare l’uscita di pista di Mirko
Fortina che causa l’uscita della safety car e la neutralizzazione della gara.
L’undicesimo passaggio, sempre dietro la safety car è l’ultimo della gara
che, ovviamente non vede alcun cambiamento di posizione. Va così a
vincere, meritatamente Antonio Vessicchio con la Reggiani­FIAT Super Ju­
nior del Vessicchio corse, davanti a Nicolò Pavoni sulla Corsini­Honda Su­
per Junior gestita in casa. Terza piazza per Gigi Luciano, sulla Silva­FIAT
Super Junior del NCS Motorsport. Quarta posizione per Marco Visconti, su
Reggiani dello Stilo corse, primo della Junior davanti ad Annalaura Ga­
leati sulla Fiorillo Super Junior del Maky Imola Motorsport. Lorenzo Tocci,
ottavo assoluto é il primo della classe Silver.

37

38

39

A causa dei ritardi nelle gare precedenti e, soprattutto un po’ di confusio­
ne nelle fasi di formazione dello schieramento la direzione gara decide di
ridurre la gara da 20’ a 14’. In prima fila ci sono Arduino Giretti e Annalau­
ra Galeati, seguiti da Visconti, Luciano, Pavoni, Vessicchio. Manca Giorgi,
costretto a partire dai box.
Allo spegnersi dei semafori rossi Marco Visconti effettua una partenza
fulminante andando a passare Galeati e Giretti. Il primo giro si chiude con
Visconti al comando, affiancato sul traguardo da Galeati. Seguono Lucia­
no, Vessicchio, Pavoni e Giretti. Collivadino e Prescendi danno spettacolo.
Galeati riesce a passare Visconti e, contemporaneamente Vessicchio infi­
la Luciano. Visconti non si da per vinto e ripassa Galeati, imitato da Lucia­
no che supera Vessicchio. Marco Brambilla deve dare forfait per un
manicotto che si è staccato. Vessicchio ripassa Luciano andando a ri­
prendere Galeati e Visconti. Vessicchio passa Galeati, portandosi in se­
conda posizione mentre Luciano ripassa Pavoni.
Nel corso del giro viene esposto il cartello “SC” con conseguente rallenta­

40

mento di tutti i piloti. Probabilmente il motivo dell’uscita della safety car è
dovuto al recupero della Marabotto di Brambilla, fermo lungo il percorso.
Al termine del quinto passaggio viene data bandiera verde e le ostilità
possono riprendere con Galeati che si porta immediatamente all’attacco
di Visconti. Contemporaneamente c’è da segnalare lo stop di Vessicchio
che non transita sul traguardo. Anche Gigi Luciano perde moltissime posi­
zioni, scivolando dalla quinta piazza alla diciassettesima. In quello che è
ormai l’ultimo giro, per via dell’accorciamento del tempo di gara, alla
staccata della curva Roma Galeati prova a infilare Visconti prima a de­
stra e poi a sinistra ma senza riuscire a sopravanzare il fortissimo pilota di
Stilo. Si giunge così al traguardo finale con Marco Visconti su Reggiani Ju­
nior dello Stilo corse, vincitore per soli 117 millesimi di secondo su Annalau­
ra Galeati su Fiorillo­Honda Super Junior del Maki Imola motorsport,
seconda assoluta e prima di classe. Terzo posto per Nicolò Pavoni sulla
Corsini­Honda Super Junior. Giuseppe Angilello, 12° assoluto si classifica
primo della classe Silver.

41

42

43

Sabato 11 settembre vengono disputati due turni distinti di qualifiche uno
riservato alla formula class junior l'altro alla super junior.
Nel turno riservato alla formula junior il miglior tempo è di Nicolò Pavoni
davanti a Visconti e Panozzo.
Il turno riservato alla formula super junior vede 8 vetture con Mattia Pavo­
ni, fratello di Nicolò autore del giro più veloce davanti ad Annalaura Ga­
leati e Antonio Vessicchio.
La classifica generale, data dalle due sessioni di qualifica vede una pre­
valenza della formula super junior con il miglior tempo per Mattia Pavoni
seguito da Galeati, Vessicchio e Contini quindi Nicolò Pavoni e Marco Vi­
sconti.

44

45

Allo spegnersi dei semafori Rossi lo scatto di Vessicchio dalla seconda fila
è fulmineo. Alla staccata della prima curva si presenta al comando,
seguito da Mattia Pavoni, Visconti e Contini. All'uscita della Parabolica
Vessicchio e Pavoni si presentano appaiati ma, improvvisamente
Vessicchio accosta a bordo pista per un problema meccanico.
All'ingresso della prima esse si presenta così Pavoni in testa seguito da
Fabio Contini e Visconti. Seguono Nicolò Pavoni, Galeati e Panozzo. Nel
corso del primo giro si fermano anche Carpenzano e Luciano.
Il primo giro si conclude con Mattia Pavoni davanti a Contini, Visconti,
Nicolò Pavoni, Galeati, Panozzo, Di Modugno e Zecchetti.
Nel corso del terzo giro viene fatta entrare in pista la safety car per
recuperare le vetture ferme lungo il tracciato e quindi le posizioni
rimangono congelate.
Dopo due giri in regime di “caution” la gara può riprendere. Alla
ripartenza Fabio Contini infila Mattia Pavoni alla prima esse andando a
prendere il comando. Problemi per Galeati che rallenta vistosamente,
finendo in fondo al gruppo. Anche Mattia Pavoni ha dei problemi e nella
parabolica perde molte posizioni finendo oltre il decimo posto.
Il sesto passaggio vede il ritiro di Mattia Pavoni e Galeati mentre Contini
continua a guidare la gara insidiato da Visconti, Nicolò Pavoni e Dino
Panozzo.
Nuovo colpo di scena nel corso dell'ottavo giro con Contini che in uscita
dalla seconda esse rompe il semiasse destro terminando fuori pista e
concludendo così la sua bella gara. Marco Visconti si trova così in
testa.
Con le vetture di Besana e Contini fuori pista in posizione pericolosa viene
dapprima effettuato un giro in regime di bandiere gialle “FCY” per poi
decidere di fare uscire nuovamente la safety car.
Dopo il rientro della Safety, al dodicesimo giro la gara riparte con Visconti
al comando davanti a Panozzo, Vichi, Zecchetti, Di Modugno e
Prescendi. Dino Panozzo tenta un assalto a Visconti alla staccata della
parabolica ma il pilota di Stilo corse riesce a resistere.
Panozzo tenta un nuovo assalto alla prima esse ma Visconti non cede.
La tredicesima tornata vede sempre Visconti davanti a Panozzo, Vichi, Di
Modugno, Zecchetti, Giorgi e Prescendi.
Nel corso dell’ultima tornata Vichi, leader sino a quel momento della
Super junior, deve fermarsi con il motore che emette una grande fumata.
Gianluca Giorgi eredita così il comando nella Super Junior.
Marco Visconti taglia il traguardo da vincitore davanti a Dino Panozzo e
a Roberto Di Modugno al rientro in pista dopo avere dovuto saltare molte
gare.
Quarto posto assoluto e primo di Super Junior per Gianluca Giorgi. Andrea
Bollini, dodicesimo al traguardo è il vincitore della classe Silver.

46

47

48

49

Jacopo Prescendi parte dalla pole, con a fianco Zecchetti, seguiti da
Giorgi, Di Modugno, Panozzo e Visconti. A questa gara sono ammessi i primi
22 classificati di gara 1 mentre le restanti posizioni sono riservate ai piloti che
non si sono qualificati per gara 1.
Ottimo lo scatto al via di Zecchetti ma ancora migliore quello di Giorgi che
dalla seconda fila si porta all'attacco del primo posto. La staccata della
parabolica vede Zecchetti primo insidiato da Giorgi seguiti a brevissima
distanza da Di Modugno, Visconti, Prescendi e Panozzo.
Alla seconda esse Giorgi tocca Zecchetti mandandolo in testacoda. Il pilo­
ta del Borbotta racing alza subito il braccio per scusarsi del contatto, sicura­
mente non volontario. Ritiro anche per Mattia Pavoni.
Il primo giro si chiude con Giorgi al comando seguito da Di Modugno, Vi­
sconti, Prescendi, Panozzo, Galli e Gattuso. Piergallini si ferma alla curva dei
box con la vettura impossibilitata a proseguire.
La gara passa immediatamente in regime di “FCY” con tutte le vetture co­
strette ad andare ad andatura ridotta su tutto il tracciato. Immediatamente
dopo viene fatta uscire la safety car che raggruppa tutte le vetture.
Con la sesta tornata la gara riprende. Alla staccata della prima esse Vi­
sconti supera Di Modugno, portandosi in seconda posizione. Il settimo giro
vede Giorgi precedere Visconti e Prescendi. Un poco più staccati seguono
Panozzo, Di Modugno, Galli e Contini, quindi Nicolò Pavoni, Galeati e
Gattuso.
All’inizio dell’ottavo giro Visconti si porta al comando, superando Giorgi.
Alla staccata della Parabolica anche Prescendi riesce a passare Giorgi,
portandosi in seconda posizione.
La nona tornata vede Visconti precedere Prescendi, Giorgi e Panozzo.
Mentre le vetture passano sul traguardo, per iniziare il decimo passaggio si
gira Fortina. Escono nuovamente le bandiere gialle, dato che la vettura di
Fortina si trova in posizione pericolosa a cui fa seguito una nuova uscita
della safety car.
Gli ultimi due giri di gara vengono percorsi dietro alla vettura di sicurezza.
La bandiera a scacchi viene sventolata in regime di Safety Car con una
nuova vittoria per Marco Visconti, davanti a Jacopo Prescendi. Terza piazza
e primo nella Super Junior per Gianluca Giorgi. Seguono Dino Panozzo, Fa­
bio Contini, Nicolò Pavoni, Roberto Di Modugno, Annalaura Galeati, Marco
Brambilla, Lorenzo Tocci, decimo assoluto è primo della classe silver.

50


Click to View FlipBook Version
Previous Book
Project Account
Next Book
sjkt jebong 2021 event