The words you are searching are inside this book. To get more targeted content, please make full-text search by clicking here.
Discover the best professional documents and content resources in AnyFlip Document Base.
Search
Published by antonio.ragonesi, 2021-05-17 09:18:39

Articoli Carrara 2019

Articoli Carrara 2019

ANCHE LUCCA HA LA SUA PRIMA "PIETRA D'INCIAMPO"

Misurano solo 10 per 10, ma i loro

pochi centimetri di estensione si

fanno notare e inducono chi le guarda

a catturare nella memoria il ricordo

che esse evocano. Sono le “pietre

d’inciampo”, piccole targhe di ottone

che, ideate nel 1993 dall’artista te-

desco Gunter Demnig, vengono incasto-

nate, con la pietra sottostante, nel

selciato delle vie urbane di tutta

Europa davanti alle ultime dimore dei

deportati nei campi di sterminio na-

zisti. La prima ad essere depositata

a Lucca, il 18 Gennaio scorso, affin-

ché nessuno dimentichi, ricorda Elia daco Alessandro Tambellini, il vice-
sindaco Ilaria Vietina, alcuni rap-
Simoni, ex militare dell’Areonautica presentanti dell’ associazione Arma
Areonautica, testimoni, amici, tre
italiana che, rifiutato classi del Liceo musicale e dell’ITE
“F. Carrara” (Istituto in cui Danila
l’arruolamento nella Repubblica di e Giovanna operano) e lo stesso Gun-
ter Demnig.
Salò, fu recluso, dopo il suo arre
Marina Giannarini
sto, avvenuto nell’Agosto ‘44, in un
Pubblicato sul sito il 22 gennaio 2019
lager della Germania orientale.

Hanno partecipato alla cerimonia,
svoltasi in via Pisana, angolo via
Guami, le figlie Danila e Giovanna,
il pronipote Antonio Morelli, il sin-

"TRENO DELLA MEMORIA 2019". I NOSTRI RAGAZZI
IN VISITA AD AUSCHWITZ

Prima di essere selezionati quali

alunni meritevoli del viaggio-studio

ad Auschwitz, hanno affrontato cinque

incontri pomeridiani di due ore

ciascuno, partecipato attivamente

all’intero percorso formativo,

approfondito le tematiche proposte,

riflettuto in modo critico su quanto

appreso e sottoposto, infine, il

proprio elaborato alla valutazione

dei docenti: sono Daiana Bartolini internate ad Auschwitz-Birkenau

(5AA), Lorenzo Cusato (5RA), Gaia ancora bambine, Silva Rusich, figlia

Mazzatenta (4RA), Tahsim Mezi (4AB) e di Sergio Rusich, deportato politico

Nicholas Roffo (4AB) dell’ITE “F. al lager di Flossenbürg ed esule

Carrara”, Bertilotti Marco (5A) e istriano, Vera Vigevani Jarach, prima

Matteo Stefanelli (5A) dell’ITA “N. costretta all’esilio in Argentina a

Brancoli Busdraghi” e Pietro causa delle leggi razziali fasciste,

Chiavacci (4T) dell’ITG “L. poi madre di una desaparecida durante

Nottolini”. la dittatura di Videla; assistere

Forti della partecipazione al corso alle testimonianze in video di Shlomo

“Razzismi di ieri e di oggi: il buon Venezia, membro del Sonderkommando ad

uso della memoria” -al quale si erano Auschwitz-Birkenau, Marcello Martini,

iscritti circa ottanta studenti- sono deportato a Mauthausen a soli

partiti da Firenze il 20 gennaio, quattordici anni, Antonio Ceseri,

accompagnati dall’insegnante Paola internato militare italiano nel campo

Raffaelli, per vivere quattro giorni di Treuenbrietzen (Germania), Hugo

intensi e indimenticabili che, al Höllennreiner, sinto tedesco

ritorno, hanno condiviso, grazie al deportato ad Auschwitz e Heinz F.,

proprio racconto, con chi era rimasto internato a Dachau e Buchenwald con

a scuola. l’accusa di omosessualità;

Molteplici e spesso innovative le partecipare allo spettacolo di Enrico

attività che, previste dal programma Fink “Le tre notti del ‘43” che,

di viaggio, li hanno coinvolti: prendendo le mosse dal racconto “Una

portare con sé e “custodire”, durante notte del ‘43” di Giorgio Bassani e

la visita guidata del campo di dal film che ne trasse Florestano

sterminio di Auschwitz-Birkenau, il Vancini, offre un percorso in musica

nome di una persona ivi deportata e e parole attorno ad uno degli episodi

deceduta, raramente sopravvissuta, più inquietanti ed emblematici delle

per poterlo pronunciare a voce alta, responsabilità italiane durante il

prima della cerimonia conclusiva, fascismo; affrontare, insieme agli

presso il Monumento internazionale studenti polacchi, nella sede

alle vittime del nazifascismo; dell’Università Jagellonica di

incontrare, al cinema Kijow di Cracovia, una discussione sui temi

Cracovia, dopo un’introduzione della memoria alla presenza di Frans

storica del prof. Giovanni Gozzini Timmermans, vicepresidente della

dell’Università di Siena, testimoni Commissione europea, ed Enrico Rossi,

quali Andra e Tatiana Bucci,

presidente della Regione Toscana; quei coetanei che non hanno mai
partecipare, infine, durante il varcato i cancelli di Auschwitz per
viaggio di ritorno, nella carrozza- conoscere le vestigia di un passato
conferenze, ad un dibattito sulla che non deve più tornare.
deportazione politica.
I ragazzi, ormai rientrati a Lucca, Marina Giannarini
visibilmente provati da un vissuto
destinato a lasciare una traccia (già in "La Gazzetta di Lucca", "Il
interiore indelebile, prepareranno un Tirreno" e "Lucca in Diretta")
video e un servizio fotografico
affinché ne possano disporre tutti Pubblicato sul sito il 30 gennaio 2019

"PIANETA GALILEO" APPRODA AL "CARRARA"
CON LE FAKE NEWS

Due ore intense, istruttive e mai una pubblicazione su Lancet, nel
noiose che hanno consentito agli 1998, di dimostrare una correlazione
studenti di accostarsi in modo positiva fra autismo e vaccini, è
critico ad un tema di stringente stato definitivamente smentito e
attualità come quello delle fake radiato nel 2010. Di fronte alla
news. Grazie al Progetto Galileo, necessità di una alfabetizzazione sul
infatti, le classi quinte dell’ITE fenomeno che non prescinda dalla
“Carrara” si sono recentemente oggettività, validità e funzionalità
intrattenute con la prof.ssa del metodo scientifico galileiano, la
Annalaura Carducci, docente presso il docente ha poi discusso dei sistemi
dipartimento di Biologia di valutazione dei siti internet e
dell’università di Pisa, sull’argo- del fact checking in genere, senza
mento “Bufale in rete: come difen- eludere, infine, il ruolo che
dersi da miti e pseudoscienza in tema l’intelligenza artificiale svolge
di salute”. nell’ideare e scoprire bufale.
Accattivante ed efficace dal punto di Nel corso del seminario gli studenti
vista comunicativo, la docente, dopo si sono avvalsi di tecnologie
aver individuato benefici, rischi e interattive.
problemi che, in generale e nello
specifico, l’uso di internet e dei Marina Giannarini
social comporta, si è soffermata, con
esempi, dati statistici, studio di (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
casi e immagini, sulle sfide più in Diretta")
recenti del web come le echo chambers
e le fake news. Dettagliata, da parte Pubblicato sul sito il 4 febbraio 2019
sua, l’analisi delle modalità
attraverso le quali si fa
disinformazione (dal collegamento e
dal contesto ingannevoli alla
manipolazione della satira) e ancor
più stimolante la riflessione
proposta sul perché nasca una “fake”.
Uno spazio significativo del suo
intervento è stato riservato alla
storia del dottor Andrew Wakefield,
il medico che, dopo aver preteso, con

A PISA DA MAGRITTE A DUCHAMP

“Le double secret” (1927), di René Gli alunni della 5RA del “Carrara”,
Magritte, nella fotografia, è il di- accompagnati dal prof. Giuseppe Ian-
pinto, circondato da luce soffusa, dolo, hanno avuto il piacere di visi-
visibile ad una delle pareti del Pa- tare la mostra il 12 Dicembre e la
lazzo Blu di Pisa dove, eccezional- foto, ritrovata di recente, testimo-
mente, per la prima volta in Italia, nia la magia di un istante destinato
è stata allestita dallo scorso Otto- a rimanere nel tempo insieme alle e-
bre, grazie alla collaborazione ita- mozioni che ha suscitato.
lo-francese, la mostra “da MAGRITTE a
DUCHAMP. 1929: il Grande Surrealismo Marina Giannarini
dal Centre Pompidou”. Artefice della
selezione delle opere, circa 150, Pubblicato sul sito il 5 febbraio 2019
fatte arrivare nella città toscana da
Parigi, è stato Didier Ottinger, Di-
recteur adjoint du Centre national
d’art de culture Georges-Pompidou,
Musée national d’art moderne della
capitale. Molte le creazioni, esposte
al pubblico, degli autori surrealisti
più rappresentativi del ‘900: oltre a
René Magritte e Marcel Duchamp, anche
Salvador Dalì, Max Ernst, Giorgio De
Chirico, Alberto Giacometti, Man Ray,
Joan Mirò, Yves Tanguy e Pablo Picas-
so.

79 ALUNNI DEL "CARRARA" E DEL "BUSDRAGHI"
A "SCUOLA SUGLI SCI"

Anche quest’anno si è rivelata valorizzando potenzialità e accettan-
un’iniziativa gradita agli studenti do limiti propri e altrui, nella pro-
che, numerosi, hanno aderito al pro- pensione a condividere, all’interno
getto “Scuola sugli sci”. Ben 79, in- di un gruppo, le fasi che il conse-
fatti - il doppio rispetto al 2018 -, guimento di un fine comune implica,
sono stati gli alunni del “Carrara” e nell’acquisire i principi di una com-
del “Busdraghi” ad aver partecipato, petizione corretta, nella conoscenza,
in due turni di tre giorni ciascuno infine, più articolata e approfondita
(30-31/01 e 04-06/02), alla trasferta dei regolamenti sportivi e degli
sulla neve di Corno alle Scale. strumenti per valutare in modo ogget-
Accompagnati dai docenti Buonaguidi, tivo i progressi compiuti nell’ambito
Del Dotto, Santarlasci e Soroceanu, dello sport praticato.
alloggiati presso l’hotel “Montegran-
de” di Vidiciatico, agevolati da una Marina Giannarini
accorta gestione dei prezzi, i ragaz-
zi hanno seguito tre ore quotidiane Pubblicato sul sito l’11 febbraio 2019
di lezione impartite da maestri di
sci e trascorso il resto della gior-
nata con i loro insegnanti.
L’attività proposta agli allievi non
ha finalità ricreative, anche se il
divertimento ne è un aspetto impre-
scindibile, ma risponde ad alcuni im-
portanti obiettivi formativi e cogni-
tivi riassumibili nella socializza-
zione, nella capacità di interagire

NOTRAP! LA NOSTRA SCUOLA E L'UNIVERSITA' DI FIRENZE
INSIEME CONTRO BULLISMO E CYBERBULLISMO

Prevenire il bullismo ed il cyberbul- il percorso di sensibilizzazione al
lismo fra i ragazzi che frequentano fenomeno.
le scuole medie e superiori: questo Un altro appuntamento attende i ra-
l’obiettivo di “NoTrap!” (Noncadia- gazzi, quello del 28 febbraio, quando
mointrappola!), un programma ideato e venti di loro, cinque per ogni classe
sperimentato dal Laboratorio di Studi coinvolta nell’iniziativa, intrapren-
Longitudinali in Psicologia dello deranno un iter formativo di “peer
Sviluppo dell’Università di Firenze, education” sulle tematiche specifiche
coordinato dalla prof.ssa Ersilia Me- del bullismo e del cyberbullismo e
nesini, con il fine di individuare e lavoreranno sinergicamente con i do-
gestire i processi all’origine delle centi tutor al raggiungimento degli
forme di prevaricazione e violenza obiettivi comuni: prevenire la vio-
fra pari. lenza e diffondere una cultura del
Anche l’IIS “Carrara-Nottolini- rispetto e della collaborazione reci-
Busdraghi” aderisce al progetto, di proci.
cui è responsabile, per l’Istituto,
la prof.ssa Emanuela Benvenuti, con Marina Giannarini
quattro classi prime e tre docenti
referenti, le prof.sse Barbara Gian- (già in "Lucca in Diretta" e "La Gaz-
nini, Michela Capobianco e Michela zetta di Lucca")
Stefani, le quali hanno già parteci-
pato, insieme ai colleghi di altre Pubblicato sul sito il 18 febbraio 2019
scuole, alla giornata di formazione
prevista.
Contestualmente, le classi si sono
riunite presso il “Carrara” per un
primo step dei lavori: la compilazio-
ne di un questionario predisposto
dall’Università di Firenze per rile-
vare la percezione che gli alunni
hanno del bullismo, attività che si è
svolta nell’aula di Informatica, e un
incontro, in biblioteca, per avviare

INCONTRO AL "CARRARA" SU "LA TETTONICA DELLE PLACCHE
E IL MOTORE DELLA DINAMICA DELLA TERRA"

“L’attività di ricerca del dottor A-

vanzinelli comprende una importante

componente sperimentale e si sviluppa

nel contesto petrologico dello studio

dei processi magmatici. I risultati

ottenuti hanno il rilievo che ne per-

mette ampia applicazione e rappresen-

tano il presupposto per avanzamenti

futuri”: queste le motivazioni con le

quali la Società Italiana di Minera-

logia e Petrologia conferì, nel 2009,

il premio Angelo Bianchi al giovane

ricercatore Riccardo Avanzinelli, uno

dei tanti “cervelli in fuga” che, già

borsista presso l’Università di Bri- ha fatto con numerose osservazioni di
geomorfologia, sismologia, vulcanolo-
stol dal 2006 al 2008, dopo signifi- gia/magmatologia e geocronologia del-
la crosta oceanica. Altresì moltepli-
cative esperienze culturali ci gli esempi resi visibili
dall’accesso a programmi come Google
all’estero è, oggi, professore asso- Earth, ottimo supporto didattico che
ha conferito vivacità all’incontro,
ciato dell’Università di Firenze, ti- o, per quanto concerne i sismi, ad
altri siti (IRIS). Nella trattazione
tolare dei corsi di “Geologia Isoto- dell’argomento, uno spazio specifico
è stato riservato alla situazione
pica” e “Isotopi Radiogenici e Inda- dell’Italia, area geografica che vie-
ne a trovarsi in una posizione del
gine Ambientale” oltre che membro del tutto particolare all’interno del
complesso sistema di microplacche del
Consiglio Direttivo dell’Associazione Mediterraneo.

Italiana di Vulcanologia. Marina Giannarini

Proprio con lui si sono recentemente Pubblicato sul sito il 5 marzo 2019

intrattenuti gli alunni delle classi

prime dell’ITE “Carrara” grazie al

progetto Galileo al quale hanno ade-

rito le docenti di “Scienze della

Terra” Rosanna Bertani e Maria Teresa

Bertolucci.

Nella sua lezione, il professor Avan-

zinelli ha ripercorso le fasi che

hanno portato alla elaborazione della

teoria della Tettonica a Placche. Lo

STUDENTI DEL "CARRARA" E DEL "BUSDRAGHI" A CRACOVIA

Avevano partecipato con entusiasmo al la Fabbrica di Schindler, la Farmacia
corso di formazione previsto dal pro- dell’Aquila, luoghi di autentica sal-
getto “Il treno della memoria”, ma non vezza per migliaia di ebrei persegui-
erano entrati nel novero degli studen- tati, e la Piazza degli eroi del ghet-
ti selezionati per il viaggio-premio to, il centro dell’angusto spazio re-
ad Auschwitz finanziato dalla Regione cintato dove, fra l’estate del 1942 e
Toscana. la primavera del 1943 furono uccise
I docenti, in considerazione dell’im- 1.600 persone e circa 17.000, di ogni
pegno comunque profuso da questi ra- età, iniziarono il loro viaggio verso
gazzi, hanno pensato di dare loro, i campi di concentramento.
seppure con modalità diverse da quelle
sperimentate dai compagni già tornati Marina Giannarini
dalla Polonia, l’occasione di vedere
quei luoghi della memoria per visitare Pubblicato sul sito il 7 marzo 2019
i quali si erano preparati. E’ pertan-
to nata l’idea di organizzare una vi-
sita d’istruzione esclusiva: non quel-
la, consueta, di classe, ma una spe-
ciale tutta per loro. E così, i 16 a-
lunni coinvolti nell’iniziativa, tutti
del “Carrara” e del “Busdraghi”, sono
stati accompagnati a Cracovia dalle
docenti Elena Mazza e Antonietta Tes-
sitore.
Oltre al campo di Auschwitz, hanno vi-
sitato, fra il 22 ed il 25 Febbraio,

"CI SIAMO SENTITI DEI MIGRANTI": ALL'ITE "CARRARA"
UN'ESPERIENZA ALTERNATIVA SUL TEMA
DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

“Hanno radunato venti di noi in uno quel clima di empatia, frutto di un
spazio angusto per farci sentire che utile “gioco” di inversione dei ruoli,
cosa si prova a stare stretti stretti che, agendo nel profondo dell’anima,
in un barcone e, al momento di ‘scen- favorisce oltremodo il processo di
dere’, ci hanno intimato di consegnare sensibilizzazione ai problemi e ci
a presunti scafisti qualcosa di perso- rende, pertanto, più consapevoli e re-
nale e che ci è caro: una foto, un vi- sponsabili.
deo, un piccolo oggetto… l’attore, Secondo i docenti che hanno condiviso
poi, avrebbe dato venti euro a chi l’esperienza con i propri alunni,
fosse stato disposto a dire di lui che l’interazione con i ragazzi è stata
era superiore ad un uomo di colore: importante anche per i protagonisti
nessuno ha aperto bocca e i soldi gli delle atrocità testimoniate, finalmen-
sono rimasti in tasca”. Che cosa ti ha te liberi di raccontare, con effetti
colpito di più? “I ragazzi che raccon- catartici, le proprie tragiche vicis-
tano la loro storia di gente che non è situdini senza dover misurare le paro-
accolta da nessuna parte…….il venire le che essi non sanno se proferire o
uccisi per aver chiesto dell’acqua una meno quando temono di vedersi negato
volta di troppo”. il permesso di soggiorno, in qualità
Sono gli stralci di un dialogo intrat- di rifugiati, da chi li giudica sulla
tenuto con Cecilia, Davide, Karim, Ni- base della loro narrazione.
colas, Renato, Pietro, Chiara, Matil- Hanno presenziato all’incontro Ilaria
de, Federico, Andrea, Margherita e Vietina, assessore all’Istruzione del
Marta, gli alunni della 2C del ”Carra- Comune di Lucca e referente del pro-
ra” che, insieme alle classi 2D, 3AA, getto, Lucia Del Chiaro, assessore al-
3AB e 4SA dell’Istituto, oltre che al- le Politiche sociali, che si è intrat-
la 2T del “Nottolini”, hanno parteci- tenuta sul tema del razzismo, Martina
pato a “Muselakwakaba, colui che si Lombardi e Nadia Davini, realizzatrici
sposta”, l’incontro-spettacolo sul te- del video sulle migrazioni.
ma dei fenomeni migratori organizzato,
il sette marzo scorso, dal Forum per Marina Giannarini
la cooperazione internazionale della
provincia di Lucca. (già in "Lucca in Diretta" e
L’attore al quale gli studenti si ri- "La Gazzetta di Lucca")
feriscono è il lucchese Marco Brinzi,
noto anche come regista e impegnato, Pubblicato sul sito l’11 marzo 2019
non solo in Italia, nell’ambito tea-
trale, televisivo e cinematografico.
Molti sono stati, in tre ore, i momen-
ti che hanno scandito il tempo tra-
scorso nella sala della biblioteca:
filmati e foto su lunghe e indicibili
traversate nel deserto, testimonianze,
dal forte impatto emotivo, di profu-
ghi, ma il ruolo svolto da Brinzi si è
rivelato fondamentale nell’intessere

ITE "CARRARA": LE CLASSI TERZE DELLE "RELAZIONI
INTERNAZIONALI" A PARIGI PER LO STAGE LINGUISTICO

Vivere intensamente la Francia: questo co, con chiaro riferimento al noto ar-
l’obiettivo del recente stage a Parigi tista di strada Banksy, e quello eco-
per consentire agli alunni partecipan- nomico del marketing.
ti sia di affinare le proprie cono- Come sempre, il viaggio di istruzione
scenze e competenze linguistico- è stato meticolosamente preparato a
culturali sia di sviluppare un buon Lucca, nel corso delle lezioni curri-
grado di autonomia nel muoversi e o- colari, ed ha coinvolto anche le fami-
rientarsi all’estero. glie degli alunni alle quali è stato
Accompagnate dalle docenti Lucia Gui- presentato. Niente è stato affidato al
dotti, responsabile del progetto, Pao- caso: dallo studio di un lessico frui-
la Raffaelli e Maria Cristina Sorocea- bile nei vari contesti quotidiani
nu, le classi 3 RA e 3 RB del “Carra- all’attività laboratoriale finalizzata
ra” hanno affrontato, dal 24 Febbraio alla simulazione degli spostamenti con
al 2 Marzo, oltre alle quattro ore di i mezzi pubblici, dalla preparazione
lezione ogni mattina, anche un fitto e culturale sugli obiettivi dello stage
dettagliato programma di impegni pome- alle informazioni propedeutiche a
ridiani scanditi giornalmente dal sus- quanto sarebbe stato oggetto di visi-
seguirsi di visite guidate e libere ta.
escursioni: il Quartiere Latino, l’Île Lo scatto fotografico coglie un momen-
de la Cité e l’Île Saint Louis, la Dé- to emozionante: quello della consegna
fense, la Tour Eiffel, gli Champs El- del diploma che certifica il livello
ysées, l’Hotel de Ville a Beaubourg, raggiunto di conoscenza del Francese.
opera dell’architetto Renzo Piano, la Molti i complementi che le ragazze e i
Canopée, la Fondation Louis Vuitton, ragazzi hanno ricevuto dai docenti pa-
place de la Concorde, la Madeleine, rigini per il comportamento tenuto,
l’Opéra Garnier, Il Louvre, la crocie- l'impegno profuso e i risultati conse-
ra sulla Senna, il Museo d’Orsay, Mon- guiti.
tmartre.
Due sono state, rispetto al consueto, Marina Giannarini
le mete alternative: il museo de la
Contrefaçon che, fondato nel 1951 Pubblicato sul sito il 15 marzo 2019
dall’Union des Fabricants, espone ol-
tre 350 articoli abbinando ogni pro-
dotto contraffatto al suo originale,
ed il percorso Street Art di cui Pari-
gi è stata luogo ideale di sperimenta-
zione con Daniel Buren, Christo, Blek
le Rat per non citarne che alcuni. La
scelta è frutto di un approccio didat-
tico multidisciplinare che, a scuola,
ha visto incrociarsi l’ambito artisti-

ALUNNE E ALUNNI DEL "CARRARA" IN VISITA A "SOFIDEL S.P.A."

Il piacere di camminare accanto ai Durante la visita, gli studenti hanno
macchinari, di osservare la cellulosa potuto seguire l’intero processo pro-
trasformarsi in bobina, di veder ta- duttivo, capital intensive, grazie
gliare rotoloni di carta, di seguire all’ausilio del personale competente
il ritmo veloce con cui vengono pre- e disponibile che li ha guidati e do-
parate le confezioni che entrano nel- cumentati lungo il percorso. Sorpresa
le nostre case: questa l’esperienza e soddisfazione per il dono riservato
secondo i ragazzi che l’hanno vissuta dall’azienda ad ognuno di loro: una
e raccontata. bella confezione di fazzolettini.
Sono le alunne e gli alunni delle
classi 3AA e 3AB dell’indirizzo “Am- Marina Giannarini
ministrazione, Finanza e Marketing”
del “Carrara” che, il 13 Marzo scor- Pubblicato sul sito il 20 marzo 2019
so, accompagnati dalle docenti Dona-
tella Romei e Paola Santarlasci, han-
no effettuato una visita di istruzio-
ne presso la “Sofidel S.p.A.”, la no-
ta azienda lucchese delle famiglie
Stefani e Lazzareschi, ad oggi inter-
nazionalizzata e titolare di più di
quindici marchi, che produce, dal
1966, carta per uso igienico e dome-
stico.

STUDENTI DEL "CARRARA" ALLA SCOPERTA DI
INTERNET OF THINGS E BIG DATA

“Digital Economy e Modelli di Business. della community OpenMaker, nonché il
L'Internet Of Things”: questo il tema network più ampio in cui essa si inse-
che gli alunni delle classi 4SA e 5SA risce.
dell’ITE “Carrara” hanno affrontato il L’attività si è conclusa nel pomeriggio
15 febbraio scorso, presso la sede con una visita al Polo Tecnologico luc-
dell’Organismo di Ricerca Lucense, par- chese dove il dottor Nico Cerri ne ha
tecipando al seminario tenuto dai do- ripercorso la storia ed esplicitato le
centi dell’IMT Alti Studi di Lucca, i funzioni, mentre il professor Arnaldo
professori Nicola Lattanzi, Andrea Mo- Filippini ha illustrato il caso azien-
rescalchi e Alessia Patuelli. dale QZR, la startup che, all’interno
L’incontro, una delle proposte formati- del Polo medesimo, realizza progetti
ve che la Camera di Commercio di Lucca con l’obiettivo di risolvere problemi
offre al territorio e che gli insegnan- complessi, legati alla comunicazione
ti dell’indirizzo “Sistemi informativi visiva, attraverso strumenti grafici e
aziendali” hanno individuato come vali- informatici. Dopo aver esaminato le
da e funzionale alla preparazione dei soft skills (competenze, doti, abilità
propri studenti, ha consentito alle due comunicative necessarie per il successo
classi di riflettere, attraverso una nel lavoro e non solo), Filippini ha
discussione guidata, sulle applicazioni proposto alla classe un gioco comples-
dell’Inter-net of Things al settore ma- so: misurare la capacità di lavorare in
nufatturiero e sui profili professiona- squadra mirando a massimizzare il ri-
li che esse già prefigurano. Accompa- sultato del gruppo. Gli studenti hanno
gnati dalla loro docente di Economia giocato cercando di massimizzare il
aziendale Santina Di Lallo, gli allievi proprio risultato e facendo, dunque,
hanno potuto, infatti, verificare le fallire entrambe le squadre, ma a loro
potenzialità di una delle tecnologie difesa va detto che molti adulti, viste
indicate nel Piano Impresa 4.0, ossia le logiche oggi prevalenti, non avreb-
quella degli smart objects (oggetti in- bero portato a termine la gara con esi-
telligenti) che si contraddistinguono ti migliori.
per proprietà e funzionalità quali lo-
calizzazione, identificazione, connes- Marina Giannarini
sione, capacità di elaborare dati e di
interagire con l’ambiente esterno. (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
L’iniziativa ha trovato il suo compi- in Diretta")
mento il 15 marzo quando, sempre presso
la Lucense, un secondo seminario, que- Pubblicato sul sito il 31 marzo 2019
sta volta sui Big data, ha visto coin-
volta la 4SA su un altro tema attuale:
quello dell’incidenza che sui processi
produttivi e sulla produttività possono
avere i dati qualora essi vengano tra-
sformati da un software di tipo anali-
tico in informazioni di valore.
Nell’occasione, agli studenti è stata
illustrata la piattaforma “Digital So-
cial Platform (DSP) di OpenMaker, uno
strumento pensato per analizzare e vi-
sualizzare l’ecosistema di relazioni

ANCHE TRE CLASSI DEL "CARRARA" AL
"FESTIVAL DELLA SINTESI"

“The lands of Giacomo Puccini” e “Pop “Pop economy”, la grande economia
economy”: due fra gli appuntamenti raccontata ai giovani, ha visto, in-
più attesi nell’ambito della manife- vece, la partecipazione delle classi
stazione “Festival della Sintesi” che 3RA e 5AA che, sabato 9, insieme alle
si è tenuta a Lucca dal 7 al 10 marzo docenti Lucia Guidotti ed Elena Maz-
scorso per offrire al pubblico quat- za, hanno presenziato all’incontro
tordici eventi tra musica, cinema, con Francesco Specchia, giornalista e
sport, televisione e comunicazione, direttore di Pop Economy TV, Giorgio
tutti con un denominatore comune: la Bartoli e Davide Trane, presidente
brevità. Giovani Imprenditori Confindustria
Alla prima iniziativa ha partecipato Toscana Nord.
la classe 5RA del “Carrara” che, ve- Per la varietà degli approcci, "Pop
nerdì 8, accompagnata dalla docente economy" si è rivelata una piattafor-
Antonella Del Debbio, si è recata ma ricca di spunti per giovani desi-
presso la chiesa di San Cristoforo derosi di investire le loro idee in
per assistere all’incontro con Gior- startup. A suscitare il maggior inte-
gio Bartoli, presidente della Camera resse, il caso emblematico di due ra-
di Commercio di Lucca, e Massimo Mar- gazze siciliane ideatrici di un tes-
sili, direttore di Lucca Promos. suto, realizzato con bucce essiccate
Nato come progetto di marketing fina- di arancia, di cui il noto stilista
lizzato alla promozione di Lucca e Ferragamo ha finanziato la produzio-
del suo territorio, il brand “The ne.
lands of Giacomo Puccini” è, di fat-
to, il perno di una campagna pubbli- Marina Giannarini
citaria organizzata per far conoscere
Lucca come meta turistica privilegia- Pubblicato sul sito il 5 aprile 2019
ta. Ma a catturare l’attenzione degli
studenti è stato soprattutto Paolo
Bolpagni, storico dell’arte noto per
la sua propensione all’uso dei nuovi
media a scopo divulgativo e ideatore
del canale You Tube “Regola d’arte”.
Le brevi puntate (della durata di non
più di due, tre minuti) da lui rea-
lizzate su opere, autori e tendenze
artistiche, hanno sinora ottenuto
circa quattrocentomila visualizzazio-
ni da più di cento Paesi del mondo.

ALUNNI DEL "CARRARA" FRA I "BACI PERUGINA"

Una visita di istruzione che ha deci- che l’ascolto di testimonianze orali,
samente unito le ragioni dello spiri- i video ed il ricco materiale pubbli-
to con quelle della mente e del pala- citario che hanno accompagnato i vi-
to: questa, in sintesi, l’esperienza sitatori alla scoperta sia della sto-
vissuta dagli alunni delle classi 2A ria aziendale sia del costume e degli
e 2D del “Carrara” che, il 28 marzo, stili di vita italiani colti nella
si sono recati ad Assisi e a Perugia loro evoluzione.
con le loro docenti Nunzia Acampora, La visita si è conclusa con la degu-
Maria Teresa Bertolucci e Maria Cri- stazione, assai gradita, di tanta…
stina Zei. tanta cioccolata, il cui profumo ha
L’appuntamento con la Basilica di S. deliziato alunni e docenti lungo tut-
Francesco si è rivelata tutt’altro to il percorso.
che tradizionale grazie alla guida di
frate Mario, un frate “meraviglioso”, Marina Giannarini
a detta di tutti, che ha saputo con-
quistare attenzione e silenzio asso- Pubblicato sul sito il 7 aprile 2019
luti dando la chiave di lettura dei
diversi affreschi e soffermandosi su-
gli aspetti peculiari dell’icono-
grafia medioevale senza mai perdere
il contatto con la sua fonte di ispi-
razione primaria: la spiritualità e
la santità di Francesco.

Di tutt’altro tenore l’approdo a Pe-
rugia, in particolar modo a San Si-
sto, sede della “Perugina” e luogo,
unico al mondo, in cui la nota azien-
da produce i suoi “Baci”. Molto inte-
ressanti non solo la visita dei re-
parti adibiti alla produzione, ma an-

DEDICATO A SABRINA

Cara Sabrina, se cerco di mettere a So che non ti vedrò più, ma la spe-
fuoco la tua immagine, io vedo solo ranza e l’ottimismo del tuo sorriso
un sorriso. continueranno a correre lungo le mie
Non occorreva che tu fossi allegra scale.
per coglierlo sul tuo viso: contra-
riata, indispettita o alterata, gli La tua Scuola
occhi non seguivano la voce che si
alzava, ma ridevano aspettando che Pubblicato sul sito il 12 aprile 2019
passasse la bufera.
Tosta fino al midollo, se ti dispera-
vi non demordevi, se eri stanca cam-
minavi, se litigavi ti dispiacevi e
presto dimenticavi. Dire “no” ti era
impossibile e quel Cristo che amavi
aveva buon gioco a predicare “chiede-
te e vi sarà dato, cercate e trovere-
te, bussate e vi sarà aperto”, tanto
c’era Sabrina.
Per te io ero davvero importante, co-
sì come lo era la tua famiglia, quel-
la vicina e quella lontana, di cui
parlavi con malcelata, ma mai esibi-
ta, nostalgia.
Ti dividevi con entusiasmo fra lezio-
ni, progetti, aule e laboratori, sem-
pre pronta ad intercettare quanto di
nuovo mi potesse rendere migliore.

LE CLASSI 1A E 1D DEL "CARRARA"
AL SITO ARCHEOLOGICO DI SOVANA

Una giornata tranquilla, istruttiva e Nel pomeriggio, dopo una visita al
ricca di fascino al tempo stesso: Duomo di Sovana, le due classi hanno
clima mite, decisamente primaverile, seguito una lezione di approfondimen-
ideale per una escursione il cui ap- to sulla lingua etrusca, una lingua
prodo, dopo un fitto bosco, è una che, nonostante le doviziose cono-
delle più belle e interessanti testi- scenze in merito, permane avvolta nel
monianze monumentali del passato: la mistero.
Necropoli etrusca di Sovana. Vi si
sono recate, lo scorso 9 Aprile, le Marina Giannarini
classi 1A e 1D accompagnate dalle in-
segnanti Nunzia Acampora, Maria Tere- Pubblicato sul sito il 25 maggio 2019
sa Bertolucci e Maria Cristina Zei.
La visita di istruzione, coerente con
il percorso di studio della Storia
che si affronta nel primo Biennio, ha
consentito agli alunni di apprezzare
un sito archeologico senza pari, ca-
ratterizzato dalla presenza di stra-
ordinarie architetture funerarie ru-
pestri: le tombe a edicola del Tifone
e dei Demoni Alati e, a fronte colon-
nata, la tomba Pola e la tomba Ilde-
branda. Senz’altro la più nota,
quest’ultima prende il nome dal sova-
nese che, divenuto pontefice col nome
di Gregorio VII, segnò, con le sue
iniziative, una delle tappe storiche
più significative dei turbolenti rap-
porti fra Stato e Chiesa nel Medioe-
vo.

ALUNNI DEL "CARRARA" A MADRID PER LO STAGE LINGUISTICO

La città di Toledo, i musei del Prado, Ad accompagnare gli studenti, la
Tyssen e Reina Sofia, il Palacio Real, prof.ssa Lucia Guidotti ed il prof.
il parco del Retiro, lo stadio Berna- Vincenzo Galella.
beu, la capitale spagnola: queste le
mete privilegiate del viaggio di i- Marina Giannarini
struzione intrapreso dagli undici a-
lunni delle Classi 4A e 4B
dell’Indirizzo “Relazioni internazio-
nali per il Marketing” che dal 31 Mar-
zo al 6 Aprile hanno partecipato allo
stage linguistico organizzato a Ma-
drid.
Alloggiati in famiglia per il pernot-
tamento e la prima colazione, la mat-
tina hanno seguito corsi di lingua per
un totale di venti ore, il pomeriggio
si sono dedicati alla visita guidata
di luoghi e monumenti arricchendo le
proprie conoscenze ed esperienze cul-
turali ed esprimendosi prevalentemente
in spagnolo. La sera, non sono mancati
momenti di svago e di aggregazione con
i coetanei madrileni.

Pubblicato sul sito il 31 maggio 2019

IL MARE, LISBONA E ... GLI STUDENTI DEL "CARRARA"

Alle 11 erano all’aeroporto di Pisa, l’escursione di un' intera giornata a
alle 16.00 si trovavano già immersi Sintra-Cascais e Cabo de Roca, un
nel cuore di Lisbona per attraversar- promontorio aspro e selvaggio che se-
la con Bica - la funicolare che col- gna il punto più occidentale del con-
lega Rua de Sao Paulo con Rua de Lo- tinente europeo.
reto -, per visitarne le piazze più Le Classi e le loro docenti, che per
famose - il Rossio e Placa do Comér- i tempi ristretti hanno dovuto rinun-
cio- ed esplorarne i quartieri più ciare all'ultima meta in programma,
caratteristici - Baixa, completamente Fatima, sono ripartite per Pisa il 6
ristrutturato dopo il memorabile ter- mattina portando con sé un ricordo
remoto del 1775, e Chiado - appagante dell’esperienza vissuta.
Sono gli alunni delle Classi 3A e 4A
dell’Indirizzo “Amministrazione, Fi- Marina Giannarini
nanza e Marketing” che, accompagnati
dalle docenti Donatella Romei e Paola Pubblicato sul sito il 3 giugno 2019
Santarlasci, dal 2 al 5 Aprile hanno
soggiornato nella capitale portoghe-
se.
Il viaggio di istruzione, proseguito
nei giorni successivi alla scoperta
dei quartieri orientali della città
(Alfama, Castello di Sao Jorge, Nossa
Senhora da Graca) e di quelli occi-
dentali (Barrio Alto e Torre Belem),
si è poi interrotto per una visita al
Monastero dos Jeronimos, alla Chiesa
di San Rocco ed alla Cattedrale di
San Domenico, per riprendere con

“CONTROLLO E GESTIONE DEI COSTI AZIENDALI”:
SOFIDEL SPA NE DISCUTE CON GLI STUDENTI

DELL’ISTITUTO TECNICO ECONOMICO “F. CARRARA”

Sincero apprezzamento da parte degli ti perché discorsiva e, al tempo stes-
studenti dell’ITE “Carrara” per so, accattivante per gli snodi temati-
l’intervento del dottor Fabio Gianni- ci relativi al marketing, la seconda
ni, vice corporate finance director di parte, quella attinente al controllo
Sofidel SpA, che l’8 maggio scorso, ed alla gestione dei costi aziendali,
nell’aula della biblioteca, ha intrat- seppure complessa e non immune da a-
tenuto sul tema “Controllo e gestione sperità di natura tecnica, ha comunque
dei costi aziendali” le classi 5A e 5B suscitato interesse, poiché, come
dell’Indirizzo “Amministrazione, Fi- qualcuno del pubblico ha sostenuto, “è
nanza e Marketing” e la 5A bello approfondire ciò che si fa a
dell’Indirizzo “Sistemi Informativi scuola”: una conferma del fascino che
Aziendali”. la teoria può acquisire quando abban-
Nella prima parte del suo intervento, dona l’astrattezza del suo involucro
il dottor Giannini ha sottoposto per divenire applicazione alla realtà
all’attenzione degli alunni la vision concreta.
e la mission di Sofidel, la filosofia
del less is more che la anima e la po- Marina Giannarini
sizione acquisita dal Gruppo nella di-
mensione del mercato globale. Ha, poi, (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
messo a fuoco sia gli aspetti quanti- in Diretta")
tativi che caratterizzano l’azienda
sotto il profilo occupazionale e pro- Pubblicato sul sito il 7 giugno 2019
duttivo sia le strategie finalizzate
alla sua crescita, in modo particolare
la qualità degli asset, la copertura
geografica e la sostenibilità. Dopo
uno sguardo ai dati degli ultimi inve-
stimenti negli USA, non è mancato
quello al futuro ed alle sfide che es-
so comporta negli ambiti della digita-
lizzazione e della distribuzione.
Se la prima parte dell’incontro ha
letteralmente entusiasmato gli studen-

ELOGIO DELL'AMICIZIA, OVVERO LA STORIA DI KHALID
E DELLA SUA CLASSE

Khalid, 4 SA del “Carrara”, è impazien- sa. Ci copriamo l’un l’altro e se casca
te. Mi chiede quando uscirà il “pezzo”. uno, cascano tutti. Essere punito come
Gli rispondo che non sono una giornali- gli altri e insieme agli altri per aver
sta, che gli adempimenti di fine anno combinato un guaio mi fa sentire vera-
richiedono molto lavoro e che la pub- mente parte di una comunità: ne sono
blicazione della sua testimonianza non uno dei punti cardine per la prima vol-
è così scontata, specie nei tempi che ta nella mia vita. Certamente - conti-
lui vorrebbe. Ma Khalid è troppo entu- nua Khalid- il gruppo è favorito dalla
siasta di parlare della sua classe e presenza di certi professori, anche di
l’ultimo giorno di scuola è ormai alle quelli che sembrano a volte cinici, ma
porte: una sorpresa ai suoi compagni hanno tante cose dentro che non danno a
dopo quella data senza poter assistere vedere. Una docente in particolare è
alla loro reazione è per lui impensabi- molto amata: dice cose buone a tutti
le quanto insopportabile. Gli prometto anche quando non c’è niente di buono da
che farò il possibile perché il regalo dire”. “C’è qualcuno in particolare a
sia pronto quanto prima e, tanto per cui va il tuo pensiero?”, gli domando.
rompere il ghiaccio di una sorta di in- “Sì, Francesco. Francesco non è solo un
tervista abborracciata, gli chiedo tre mio compagno, è un fratello acquisito.
aggettivi con i quali definirebbe il Se potessi parlare a suo padre, gli di-
gruppo di cui fa parte. Non esita, e le rei che è davvero fortunato ad avere un
parole scivolano via senza la difficol- figlio pazzesco come lui. Vede, io ten-
tà con cui spesso gli fuoriescono: “se- do ad aiutare gli altri piuttosto che
reno, collaborativo e complice”, mi di- ad essere aiutato, ma lui mi ha fatto
ce. I suoi occhi vivaci si illuminano e capire che tutti abbiamo dei limiti e
senti, capisci quanto la serenità, la che abbiamo bisogno d’aiuto. L’amicizia
collaborazione e la complicità siano la è una grande cosa. Francesco è entrato
cifra della sua classe. Ciò che lo col- nel mio cuore e quando qualcuno entra
pisce dei suoi compagni e lo fa felice nel mio cuore, non ci esce più”. Suona
non sono i loro gesti di aiuto, ma la la campanella. Dobbiamo tornare nelle
naturalezza e l’automatismo con i quali rispettive aule. Grazie, Khalid.
essi si manifestano e che li rendono
preziosi, speciali, poiché non imposti Marina Giannarini
dal senso del dovere o da asettica so-
lidarietà, ma offerti da un moto spon- (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
taneo dell’animo. “Quando arrivo a in Diretta")
scuola, uno mi leva il giacchetto senza
che glielo chieda, un altro mi si piaz- Pubblicato sul sito il 11 giugno 2019
za accanto per scrivere gli appunti, un
altro ancora prepara la cartella quando
le lezioni sono finite. Anche con le
ragazze sto bene: le donne sono più ma-
ture e sensibili, più capaci di noi di
intercettare sentimenti ed emozioni e
con loro si può discutere di tutto”. Ma
nel prosieguo della narrazione, ti ren-
di conto che è la complicità a farla da
padrona. “Siamo come una coperta: dove
non arrivo io, arrivano loro e vicever-

DAL "CARRARA" VENTISETTE NEODONATORI DI SANGUE

Sono ventisette e tutti delle classi Marina Giannarini
quinte le alunne e gli alunni
dell’Istituto Tecnico Economico “F. (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
Carrara” che il 10 giugno, ultimo in Diretta")
giorno di scuola, e il 14 giugno,
giornata mondiale del donatore di Pubblicato sul sito il 16 giugno 2019
sangue, si sono recati al centro tra-
sfusionale dell’ospedale S. Luca per
offrirsi al prelievo del prezioso li-
quido. L’iniziativa si deve all’opera
di sensibilizzazione alla donazione
voluta dai rappresentanti degli stu-
denti nel Consiglio di Istituto e
all’incontro, organizzato a scuola
sul tema, con personale specializzato
dell’ASL che di buon grado si è pre-
stato ad informare e formare i ragaz-
zi. Grazie, dunque, alla sinergia fra
l’istituzione scolastica e quella sa-
nitaria, la comunità può ora vantare
la presenza ed il supporto di ben
ventisette giovani volontari neodona-
tori.

QUANDO I DISCEPOLI SCRIVONO DEI LORO MAESTRI:
AL "CARRARA" E' SUCCESSO

Non è da tutti scrivere una tesi speri- prendimento e di valutazione introdotte
mentale di laurea sulla metodologia di- dalla docente: non più interrogazioni a
dattica di un proprio insegnante, ma è sorpresa o programmate, ma interventi,
quello che Chiara Tolomei ha deciso di valutati in modo certosino di volta in
intraprendere dopo averne parlato con la volta, preparati dagli studenti sulla
propria relatrice. Forte della sua ap- base di una elaborazione autonoma di in-
provazione, è tornata all’ITE “F. Carra- formazioni alle quali accedono grazie ad
ra”, dove aveva conseguito il diploma, una ricerca di dati che si avvale di
ha contattato la professoressa Lucia strumenti di indagine forniti dall’inse-
Guidotti, docente di Francese nel corso gnante.
Esabac Techno delle “Relazioni Interna- Proprio per l’interesse suscitato dal
zionali”, di cui era stata allieva qual- loro lavoro, Chiara e Lucia sono state
che anno prima, e non più in veste di invitate, il 28 maggio scorso, alla ce-
alunna, ma di ricercatrice, l’ha seguita rimonia organizzata a Scandicci, presso
“sul campo”, giorno dopo giorno, nelle l’Istituto di Istruzione Superiore “Rus-
sue classi. Ne è nato il saggio dal ti- sel-Newton”, per festeggiare i primi
tolo L’agir professoral en classe de dieci anni di vita di Esabac General.
FLE: une démarche d’observation partici- Attualmente, l’ITE “F. Carrara” di Lucca
pante dans un Lycée technologique-Esabac è l’unico in Toscana ad aver aderito,
de Lucques. nell’ambito dell’indirizzo “Relazioni
Ben distinto dall’Esabac General isti- Internazionali”, alla sezione “Finanza e
tuito nel 2009 con una marcata predile- Marketing”, anziché “Turismo”, di Esabac
zione per i contenuti letterari, Techno.
l’Esabac Techno è un progetto che, atti-
vato nel 2016, fornisce come il primo un Marina Giannarini
doppio diploma, italiano e francese, ma
si distingue dal progenitore per (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
l’intento di saldare lingua, cultura e in Diretta")
comunicazione in un iter formativo in
cui siano l’attualità interna e interna- Pubblicato sul sito il 6 luglio 2019
zionale, insieme a un dialogo costante
con tutte le discipline, a fare da col-
lante. Accade così che Marcel Proust e
la teoria bergsoniana del “tempo misto”
divengano, nell’ambito della didattica
della professoressa Guidotti, strumenti
culturali adatti per comprendere origini
e articolazioni di un profilo Facebook,
e Chiara Ferragni, nominata dalla rivi-
sta Forbes “l’influencer di moda più im-
portante del mondo”, un riferimento per
individuare particolari strategie di
marketing. Alternative, sotto il profilo
metodologico, anche le modalità di ap-

I DOCENTI DELL'IIS "CARRARA-NOTTOLINI-BUSDRAGHI"
RICORDANO IL LORO DIRIGENTE SCOLASTICO,
PROFESSOR CESARE LAZZARI

Onestà, trasparenza e dedizione: le con senso della misura e dell’equili-
qualità che, unitamente alle compe- brio, gli insegnanti nelle indispen-
tenze professionali, hanno sempre sabili condizioni di serenità per af-
contraddistinto la persona ed il suo frontare i momenti delicati della va-
operato, le virtù per le quali è giu- lutazione di fine anno.
sto ricordare Il Professor Cesare E’ al dirigente, al marito e al padre
Lazzari, dirigente del nostro Istitu- che noi docenti rivolgiamo il nostro
to. ultimo saluto, è alla moglie e ai fi-
Chiamato a gestire una comunità sco- gli che noi ci accostiamo perché av-
lastica numerosa, varia e complessa, vertano la partecipazione, che ci a-
in certi frangenti spigolosa, quanto nima, al loro dolore.
interessante e ricca di iniziative,
mai egli è venuto meno a questi valo- I Docenti dell’Istituto di Istruzione
ri vissuti con quotidiana coerenza. Superiore “Carrara-Nottolini-Busdraghi”
Né mai ha tradito, come il dolore di
molti genitori testimonia, il proprio Pubblicato sul sito il 9 agosto 2019
ideale, difeso fino all’ultimo, di
scuola inclusiva e formativa. Riser-
vato e schivo, dava il meglio di sé
nei colloqui privati in cui, più a
suo agio, aveva modo di esprimere la
sensibilità, l’umanità e la capacità
di ascolto ora rimpiante. Attivo su
più fronti, come richiesto a chi oggi
amministra una scuola pubblica, era
in sede di scrutinio che, a detta di
tutti, svolgeva in modo encomiabile
il suo ruolo di mediatore, mettendo,

L'APERTURA UFFICIALE DEL NUOVO ANNO SCOLASTICO
ALL'ITE "F. CARRARA"

Un primo giorno di scuola solenne zioni alla serietà e serenità
all’ITE “F. Carrara”, dove il 16 Set- dell’impegno ed alla collaborazione
tembre è stato dato ufficialmente i- con gli adulti nel contrasto ad ogni
nizio al nuovo anno scolastico con forma di violenza. Particolarmente
una cerimonia svoltasi nella sala gradite quanto toccanti le parole
della biblioteca alla presenza degli della prof.ssa Loredana Bruno, moglie
alunni delle classi prime e nel ri- del prof. Lazzari, che ha ricordato
cordo del dirigente scolastico Cesare l’amore del marito per la scuola e
Lazzari. Ad onorarne la figura ed il rivolto ai ragazzi l’invito a risco-
ruolo, il provveditore agli Studi Do- prire il valore della fatica nella
natella Buonriposi, il viceprefetto dimensione della vita quotidiana.
Stefania Concetta Maria Trimarchi,
l’attuale preside Massimo Fontanelli, Marina Giannarini
il comandante provinciale dei carabi-
nieri Giuseppe Arcidiacono e il vica- Pubblicato sul sito il 19 settembre 2019
rio del questore di Lucca e dirigente
della polizia di Stato Stefano Busel-
li. Tutti gli interventi, anche quel-
li della portavoce dei docenti, Mari-
na Giannarini, e di un ex alunno
dell’Istituto, Nicola Lena, sono sta-
ti accomunati dall’intento sia di e
vocare i meriti del prof. Lazzari, la
sua dedizione alla scuola, le energie
profuse nella lotta contro il bulli-
smo e per il futuro degli studenti,
sia di incoraggiare le nuove genera-

UN CALOROSO BENVENUTO
ALLE CLASSI PRIME DEL "CARRARA"

Realtà nuova, nuove emozioni: quelle degli insegnanti, anche degli studen-
che da sempre fanno battere il cuore ti del progetto “Mafalda”, ragazze e
quando un altro step del percorso ragazzi pronti, come sempre, a mette-
formativo attende chi lo deve supera- re a disposizione delle new entries
re. Anche al “Carrara”, il 16 Settem- le proprie competenze di peer educa-
bre, si sono registrate le note fi- tors. In chiusura, qualche scatto fo-
brillazioni emotive di quanti, alunne tografico per immortalare un giorno
ed alunni delle classi prime, si ac- da… ricordare.
costano con curiosità e speranza a
compagni in gran parte sconosciuti, a Marina Giannarini
docenti ignoti e a luoghi mai fre-
quentati. Pubblicato sul sito il 23 settembre 2019
A scandire il tempo-scuola della mat-
tina, vari momenti riservati all’at-
tività di accoglienza: l’incontro,
nella sala della biblioteca, con al-
cuni rappresentanti delle istituzioni
locali per l’inaugurazione ufficiale
dell’anno scolastico, l’appello e la
destinazione alle aule assegnate, la
presentazione dell’Istituto e delle
sue regole, la visita a laboratori ed
aule speciali in compagnia, oltre che

ITE “CARRARA” IN FESTA PER I PRIMI NEODIPLOMATI
DEL CORSO ESABAC TECHNO

Un traguardo ambizioso felicemente doppio diploma, rende possibile e che
raggiunto: questa l’occasione dei fe- trova conferma nelle testimonianze
steggiamenti che, sabato 5 ottobre, dei neodiplomati e in un primo moni-
hanno coinvolto l’Istituto “Carrara” toraggio degli studenti in uscita: ad
e i primi neodiplomati di Esabac Te- attenderli, infatti, non solo i per-
chno, il corso che, attivato nel corsi universitari, decisamente age-
2016, fornisce, come Esabac General, volati per chi continua lo studio del
un doppio diploma, italiano e france- Francese, ma anche esperienze forma-
se, ma si distingue dal progenitore, tive che preludono a carriere e pro-
caratterizzato dalla prevalenza di fessioni allettanti per giovani che
contenuti letterari, per l’intento desiderino muoversi e orientarsi in
innovativo di saldare lingua, cultura ambiti più esclusivi e meno tradizio-
e comunicazione in un iter formativo nali quali, per esempio, l’Accademia
di cui l’attualità interna e quella Navale di Livorno, Ryanair e le Scuo-
internazionale, insieme a un dialogo le Superiori per mediatori linguisti-
costante con tutte le discipline, co- ci.
stituiscono il prezioso trait Agli interventi delle relatrici e di
d’union. alcune ex allieve è seguita la conse-
Dopo il saluto della professoressa gna dei diplomi ed un semplice, ma
Silvia Rebechi, docente di Tedesco e gradito, rinfresco.
attuale vicepreside, e l’intervento
della professoressa Lucia Guidotti, Marina Giannarini
referente ed entusiasta sostenitrice
del progetto Esabac Techno, di cui ha (già in "La Gazzetta di Lucca", "La Na-
brevemente ricostruito la storia, zione" e "Lucca in Diretta")
hanno preso la parola, di fronte agli
alunni riuniti nella sala della bi- Pubblicato sul sito il 12 ottobre 2019
blioteca, le dottoresse Daniela Cec-
chi, della Direzione Generale Tosca-
na, e Nelly Mous dell’Institut Franç-
ais di Firenze. La prima ha sottoli-
neato come l’ITE “Carrara” costitui-
sca l’unico esempio, nella nostra re-
gione, di scuola che abbia aderito,
peraltro con esiti ampiamente positi-
vi, alla sezione “Finanza e Marke
ting”, anziché “Turismo”, di Esabac
Techno. La seconda ha insistito, ol-
tre che sull’importanza della lingua
francese, sulla molteplicità degli
sbocchi che il progetto, grazie al

ANCHE UN ALUNNO DEL "CARRARA"
NELLA NAZIONALE SUL PODIO A BUDAPEST

E’ anche merito suo se la Nazionale dio. A Michele, dunque, le congratu-
italiana juniores ha vinto il bronzo lazioni da tutto il “Carrara” per i
nella inedita competizione European risultati conseguiti.
Youth League Championship che, svol-
tasi a Budapest dal 2 al 6 ottobre, Marina Giannarini
ha visto in gara giovani atleti di
tutta Europa per la specialità spor- (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
tiva del tiro a segno con carabina. in Diretta")
Michele Bernardi, del TSN Lucca, a-
lunno della 4A dell’Indirizzo “Ammi- Pubblicato sul sito il 21 ottobre 2019
nistrazione, Finanza e Marketing”
dell’ITE “F. Carrara”, insieme ai
suoi tre compagni di squadra, Sofia
Ceccarello (Ravenna), Danilo Dennis
Sollazzo (Milano) e Sofia Benedetti
(Verona), ha portato, infatti,
l’Italia sul podio guadagnando, con-
tro la Russia, un combattuto e meri
tato terzo posto dopo l’Ungheria e la
Serbia. Una testimonianza, quella di
Michele Bernardi, della possibilità
di coniugare un’intensa e gratifican-
te attività sportiva con l’impegno
scolastico e l’applicazione allo stu-

CINEMA ASTRA: LE CLASSI SECONDE DEL "CARRARA"
DISCUTONO DI SCIENZA, ETICA E AMBIENTE

“Il ragazzo che catturò il vento”,

film uscito nel Marzo del 2019, narra

la storia vera di William Kamkwamba,

un ragazzo del Malawi che a soli

quindici anni, in virtù della capar-

bietà e della sete di conoscenza che

lo contraddistinguono, grazie

all’ingegnosa costruzione di una pala

eolica salva dalla fame,

dall’ignoranza e dalla superstizione

la propria famiglia ed il villaggio

in cui egli vive.

Per iniziativa dell’Ufficio missiona-

rio diocesano della Caritas, il film

è stato proiettato al cinema Astra rapporto fra scienza ed etica, ma non
solo, ha fatto seguito un dibattito
nell’ambito della manifestazione “Ci- sui mutamenti climatici condotto da
Lorenzo Ci, un giovane regista impe-
nema africano” e per l’occasione, il gnato nella divulgazione di tematiche
relative all’ambiente naturale ed al-
16 Ottobre scorso, tutte le classi la sua salvaguardia.

seconde del “Carrara”, accompagnate Marina Giannarini

dai professori Nunzia Acampora, Maria Pubblicato sul sito il 24 ottobre 2019

Teresa Bertolucci, Sergio Corotti,

Elena Mazza e Pompea Pacella, sono

state partecipi dell’evento.

Alla proiezione della pellicola, un

utile contributo alla riflessione sul

INTERAGIRE CON L'OPERA D'ARTE:
L'ESPERIENZA DI DUE QUINTE DEL "CARRARA"

Avvicinarsi al mondo dell’arte attra- Ottobre si sono recate nella città
verso un dialogo costante con toscana per affrontare, in modo al-
l’opera, esaminare le strutture com- ternativo, una tematica culturale che
positive del linguaggio visuale, di- trova ampio spazio nei programmi del-
venire fruitori della bellezza e, in la scuola media superiore di secondo
una simpatica inversione dei ruoli, grado.
trasformarsi in guida artistica di
altri compagni di scuola: questi gli Marina Giannarini
obiettivi di Futurismo, la mostra in-
terattiva che, organizzata dalla So- Pubblicato sul sito il 4 novembre 2019
cietà Cooperativa Kinzica, rimarrà a
disposizione del pubblico, presso il
Palazzo Blu di Pisa, dall’11 Ottobre
al 9 Febbraio.
Ideata soprattutto per gli studenti e
realizzata attraverso una serie di
laboratori didattici, la mostra ha
già conseguito un significativo suc
cesso. Ne hanno fatto recentemente
esperienza anche le classi 5A
dell’Indirizzo “Relazioni internazio-
nali” e 5A dell’Indirizzo “Sistemi
informativi aziendali” del “Carrara”
che, accompagnate dai docenti Nunzia
Acampora e Giuseppe Iandolo, il 24

IL TEMA DELLE MICROPLASTICHE APPRODA
ALL'ITE "CARRARA" CON IL "PIANETA GALILEO"

Inferiori a cinque millimetri, si an- conde e la quinta SA dell’ITE “Carra-
nidano ovunque, anche nel dentifricio ra” intrattenendole sul tema “Micro-
con cui ci laviamo i denti o nei co- plastiche: produzione e trasporto nei
smetici a cui associamo l’idea di corsi d’acqua”. Nella sua relazione e
bellezza: sono le microplastiche, me- nel confronto con gli studenti, en-
no visibili degli oggetti più grandi trambi arricchiti da un excursus sul-
di loro che galleggiano, fluttuano e la storia della produzione della pla-
si depositano nelle acque del globo stica dal rayon al gore-tex, non sono
terrestre, ma di gran lunga più dif- mancati chiarimenti relativi alla di-
fuse per quantità e capacità di pene- stinzione fra plastiche riciclabili e
trare capillarmente ovunque trovino non e approfondimenti sulle strategie
spazio. Ne sanno qualcosa il bacino proposte dall’UE per un’ economia
dell’Arno, nel quale si addensano in circolare che riguardi l’intero set-
maniera impressionante insieme ad al- tore produttivo.
tri rifiuti di analoga natura, ed il Vivo l’interesse della platea per un
mare in cui il fiume si riversa. Del tema di stringente attualità che do-
resto, perché stupirsi? L’anno scorso centi e discenti continueranno a di-
l’attività umana ha prodotto battere in aula nel corso delle le-
sull’intero pianeta 348 milioni di zioni curricolari.
tonnellate di plastica, mentre la so-
la Europa impegna nella produzione di Marina Giannarini
questo materiale ben 60.000 aziende
che danno lavoro a 1,5 milioni di ad- (già in "La Gazzetta di Lucca" e "Lucca
detti, con un giro di affari che in Diretta")
sfiora i 355 milioni di euro ed una
bilancia commerciale in attivo per Pubblicato sul sito il 3 dicembre 2019
oltre 17 miliardi: un settore econo-
mico fiorente il cui contributo alle
finanze pubbliche e al welfare è
quantificabile in 32,5 miliardi di
euro .
A darne notizia, insieme ad una miri-
ade di altre preziose informazioni,
il prof. Enio Paris, docente presso
il Dipartimento di Ingegneria civile
ed ambientale dell’Università di Fi-
renze, che il 19 novembre,
nell’ambito del progetto “Pianeta Ga-
lileo”, ha incontrato le classi se-

LA 4RA DEL "CARRARA" ALLA PIECE "DONNE IN RETE"

Rappresentato il 5 Dicembre sul pal- vent’anni, a cominciare dai primi
coscenico della Sala Maria Eletta passi nel “Teatro del Carretto”, le
Martini a Lucca, Donne in rete è un sue performance televisive, cinemato-
monologo teatrale in cui alcune don- grafiche e teatrali.
ne, avvalendosi di Internet e dei So- Ad assistere alla rappresentazione,
cial media, trovano il coraggio di anche la classe 4A dell’Indirizzo
far fronte all’inibizione sociale “Relazioni Internazionali per il Mar-
della vergogna e la forza di manife- keting” del “Carrara”, accompagnata
starsi, di raccontare se stesse, di dai docenti Elena Mazza e Antonio Ra-
gestire in modo costruttivo il pro- gonesi.
prio dolore condividendolo con il
pubblico. Marina Giannarini
Lo spettacolo, una delle tante ini-
ziative promosse sul territorio in Pubblicato sul sito il 10 dicembre 2019
occasione del 25 Novembre, “Giornata
internazionale per l’eliminazione
della violenza contro le donne”, vo-
luta dall’Assemblea generale delle
Nazioni Unite, è a cura di Simona Ge-
nerali, danzatrice, attrice e regista
di solida formazione eclettica, al-
lieva dei maestri Matt Mattox , Fer-
nando Hiram, Daniela Bonsch, Nicolaj
Vassiliev, Carmelo Bene e Kaya Ander-
son. Numerose, negli ultimi

IL MURO DI BERLINO: A TRENT'ANNI DAL SUO CROLLO,
ALCUNI STUDENTI DEL "CARRARA" INCONTRANO, SUL TEMA,

IL PROF. FABRIZIO MARONTA, REDATTORE DELLA RIVISTA
DI GEOPOLITICA "LIMES"

Ricorreva il 9 Novembre 1989, quando, a contenere le tensioni e a garantire
preso gioiosamente a picconate, crol- l’equilibrio fra gli Stati, obiettivi
lò dopo aver diviso in due parti, che, seppur perseguiti in forza del
quella occidentale e quella orienta- timore reciproco, la “cortina” di
le, non solo la Germania, ma anche il churchilliana memoria aveva raggiun-
resto del mondo: è il Muro di Berli- to.
no, per tre decenni simbolo tangibile All’incontro ha partecipato la classe
della “cortina di ferro”, emblema del 5A dell’Indirizzo “Amministrazione,
conflitto latente, quanto duraturo e Finanza e Marketing” del “Carrara”,
minaccioso, passato alla storia con accompagnata dalla prof.ssa Paola
il nome di Guerra Fredda. Santarlasci.
A parlarne, a trent’anni dalla sua
caduta, il redattore e responsabile Marina Giannarini
delle relazioni internazionali della
rivista di geopolitica Limes, prof. Pubblicato sul sito il 10 dicembre 2019
Fabrizio Maronta che, presso la Fon-
dazione Banca del Monte di Lucca, ha
incontrato, il 29 Novembre scorso,
gli studenti delle scuole medie supe-
riori.
Il relatore non si è limitato a rico-
struire l’interazione fra i due
“blocchi” ideologico-politici nati
dopo la Seconda guerra mondiale, ma
ha esteso la sua riflessione agli at-
tuali rapporti internazionali sui
quali incombe una nuova “cortina di
ferro” che, però, a differenza della
prima, si sta dimostrando inefficace

CERIMONIA DI CONSEGNA DEI DIPLOMI AL "CARRARA"

In clima prenatalizio e con il nuovo Nella foto, Marco Migliavacca e Giu-
anno ormai alle porte, Sabato 14 Di- lia Lena
cembre, nella sala della biblioteca
dell’ITE “Carrara”, si è svolta la Marina Giannarini
tradizionale cerimonia di consegna
dei diplomi alle studentesse e agli (già in "La Gazzetta di Lucca", “La Na-
studenti che hanno superato, l’estate zione”, “lanazione.it” e "Lucca in Di-
scorsa, gli esami di maturità. retta")
Alla presenza del dirigente scolasti-
co prof. Massimo Fontanelli, Pubblicato sul sito il 28 dicembre 2019
dell’attuale vicepreside prof.ssa
Silvia Rebechi e dell’ex vicaria
prof.ssa Emanuela Benvenuti, hanno
partecipato all’evento tutte le clas-
si quinte dell’Istituto.
Sei i “Cento” premiati con la simbo-
lica coroncina di alloro: Michael Co-
lucci, Leonardo Gaddini e Marco Mi-
gliavacca (indirizzo “Amministrazio
ne, Finanza e Marketing”), Alessia
Andreini, Angelica Dianda e Giulia
Lena (indirizzo “Relazioni interna-
zionali per il Marketing”, corso Esa-
bac Techno).
“Incoronati” per il punteggio massimo
conseguito anche Andrea Dalle Piagge
(ITG “L. Nottolini”), Lorenzo Marsi-
li, Gianmarco Petroni e Matteo Stefa-
nelli (ITA “N. Brancoli Busdraghi”).

PARTECIPAZIONE ATTIVA DEGLI ALUNNI DEL "CARRARA"
AL CONVEGNO SU BULLISMO E CYBERBULLISMO

Oltre sessanta, dei seicento interve- bro “Quando la vita ti ha asfaltato:
nuti, gli studenti dell’ITE “F. Car- come le avversità conducono al suc-
rara” che hanno partecipato, il 20 cesso nella vita e nel lavoro”, per
dicembre scorso, al convegno organiz- sapere quando e come egli abbia sco-
zato a Lucca, presso la chiesa di S. perto la vocazione per il rispetto
Francesco, sul tema del bullismo e dei diritti umani.
del cyberbullismo. Interpellati sull’esperienza cultura-
In un contesto che si è distinto per le vissuta, gli studenti ne hanno da-
la presenza di numerose figure isti- to una giudizio complessivamente po-
tuzionali di rilievo sul piano loca- sitivo, pur rilevando che
le, nazionale ed internazionale, gli l’attenzione alle problematiche dei
alunni della 3AA, 3RA e 3RB del “Car- “bulli”, se eccessiva, può mettere in
rara”, insieme ai compagni di altre ombra e sminuire il valore
scuole della provincia, hanno seguito dell’intransigenza e della severità
per l’intera mattinata gli interventi con le quali i comportamenti aggres-
che si sono succeduti sull’argomento, sivi vanno affrontati.
a partire dai dati relativi al Rap-
porto UNESCO “Behind the numbers: en- Marina Giannarini
ding school violence and bullying”.
conferenza bullismo (già in "La Gazzetta di Lucca", “La Na-
Dopo la lectio magistralis del prof. zione” e "Lucca in Diretta")
Pietro Pietrini, direttore della
Scuola IMT Alti Studi di Lucca, dal Pubblicato sul sito il 2 gennaio 2020
titolo “La fragilità del bullo” -
un’accurata analisi del problema con-
dotta col prezioso apporto delle neu-
roscienze- hanno preso la parola
Franco Bernabè, presidente della Com-
missione nazionale italiana per
l’UNESCO, Stefania Giannini, vice di-
rettore generale dell’UNESCO per
l’Educazione, e Massimo Riccardo, am-
basciatore italiano presso l’UNESCO
(Parigi).
Proprio a quest’ultimo si è rivolto
Alessio Stelletti, della 3AA, per
chiedergli un parere sulla possibili-
tà di sviluppare nuovi sistemi di
controllo tecnologico per combattere
il bullismo da un lato e responsabi-
lizzare i ragazzi dall’altro, mentre
Aimen El Habry, della stessa classe,
ha preferito porre il suo interroga-
tivo a Donato Tramuto, autore del li-


Click to View FlipBook Version
Previous Book
தமிழ்மொழி
Next Book
Moore, OK Local Subaru Dealership Now Offers The Latest Cars & Trucks