The words you are searching are inside this book. To get more targeted content, please make full-text search by clicking here.
Discover the best professional documents and content resources in AnyFlip Document Base.
Search
Published by , 2018-12-19 02:04:55

ITC

ITC

Anno XXIX • IIS - ITAS - ITC ROSSANO • Dicembre 2018

Carissimi lettori, XI Edizione del Premio
“Vincenzo Padula”
eccoci pronti a riprendere il nostro “volo” anche
quest’anno! Anche quest’anno, gli Padula, realizzato dall’or-
Pensavate forse che vi avremmo abbandona- studenti dell’IIS ITAS- ganizzazione “Vincenzo
ti?!?!?!! ITC di Rossano hanno fat- Padula” di Acri.
Assolutamente no! Ci siamo messi al lavoro fin dal to parte della Giuria di Se- In entrambe le occa-
primo giorno di scuola… (leggerete in questo numero lezione della XI edizione sioni, il trovarsi di fronte
le impressioni e le emozioni dei ragazzi dell’istituto del Premio Vincenzo Pa- a delle menti come quella
di istruzione superiore Corigliano-Rossano ITAS- dula. di Carmine Abate e quel-
ITC Via Nazionale e via U. Gigli di Rossano), come Venerdì 9 Novembre, la di Giuseppe Lupo o di
sempre le attività programmate sono molteplici e i “giovani giurati” hanno tutti coloro che ho avuto il
tutte entusiasmanti… e per raccontarvele tutte è
necessario non essere assillati dalle scadenze…
Partiamo subito con le grandi novità: la redazio-
ne del giornalino è stata affidata alle ragazze della

IV B AFM! Le ragazze hanno accolto con entusiasmo dialogato con Giuseppe piacere di incontrare alla
la mia proposta e, sono certo che daranno il meglio di Lupo, autore del roman- cerimonia di premiazio-
loro stessi !!! zo “Gli anni del nostro in- ne, mi ha fatto sentire par-
Nella sezione dedicata agli approntamenti trove- canto”. te di qualcosa di comple-
rete uno spazio dedicato al cyberbullismo, nel qua- Sabato 1 Dicembre, tamente diverso da quello
le i ragazzi guidati e coordinati dal referente prof. durante la manifestazio- a cui ho sempre pensato di
Giuseppe Spillino, hanno realizzato un “web securi- ne finale, la studentessa appartenere.
ty magazine” ricco di riflessioni e consigli mirati a Elena Pia Graziano della La vittoria è una gran-
guidare i nostri ragazzi a usare responsabilmente classe VA indirizzo Turi- de soddisfazione, non lo
la rete, in linea con quanto affermato nel documen- smo, è salita sul podio dei metto in dubbio, e son fie-
to MIUR 27.10.2017 relativo all’argomento linee di vincitori. ra di me stessa per aver
orientamento per la prevenzione e il contrasto del Gli studenti, infatti, raggiunto tale traguardo,
cyberbullismo. dopo aver letto la terna di ma credo che l’ingrandir-
Naturalmente le pagine del nostro giornalino so- romanzi in concorso e do- si del mio bagaglio abbia
no ricche di notizie e di lavori fatti da diverse clas- po aver votato il vincitore, un valore inestimabile.
si, ma non voglio anticiparvi troppo per non togliervi hanno realizzato la pro- Sono esperienze che
il gusto della sorpresa…!!! pria recensione. Ad Ele- segnano e che aprono la
Quindi, dopo i doverosi ringraziamenti (mai reto- na Pia Graziano, gli augu- mente ad un mondo che è
rici e formali, ma sempre sentiti e sinceri) alla no- ri della Dirigente e di tutto molto più grande di quan-
stra dirigente la Prof.ssa Anna Maria Di Cianni che , il corpo docente to crediamo.”
con competenza, professionalità e passione ha volu- “Questa è la seconda
to la realizzazione e pubblicazione del nostro gior- volta che ho avuto l’ono- Elena Pia GRAZIANO
nalino e naturalmente a tutti i ragazzi del nostro re di partecipare al Premio V A TUR
istituto che contribuiscono con il loro entusiasmo al-
la buona riuscita di questa iniziativa…
Auguriamo a tutti una buona lettura !!!

A cura del coordinatore
Prof. Giuseppe Spillino

e della redazione.

❖2❖ Dicembre 2018

Noi ragazzi del Web

Il decalogo delle buone regole
per navigare in sicurezza

Per noi il web è una parte Per poter proteggere i
fondamentale della nostra nostri dati personali biso-
vita a cui ormai non possia- gna evitare di esporre da-
mo più rinunciare, il web è ti personali sul web e usa-
una specie di seconda vita re password lunghe e dif-
a cui ci dedichiamo quan- ficili da rintracciare usan-
do non ci troviamo in com- do anche numeri e segni in-
pagnia con altre persone. stallando anti-virus efficaci
Il web difatti ha molti sul proprio computer o cel-
vantaggi per noi, grazie ad lulare in modo da garantir-
esso possiamo rimanere in ne il sicuro e veloce funzio-
stretto contatto con persone namento.
che sono distanti, possiamo
ricorrere facilmente ad in- Giada Marino
formazioni che cerchiamo III A SIA
e possiamo ampliare le no-
stre conoscenze, tutto que- IL DECALOGO DELLE BUONE REGOLE
sto tramite un solo click dal PER PROTEGGERE... IL TUO DISPOSITIVO
telefono o dal computer.
Ma tutto ciò non por- Con l’avvento degli smartphone, il nostro • Ricorrere alle VPN
ta solo dei vantaggi, come modo di comunicare, fare acquisti, lavora- • Installare un antivirus
in tante altre cose anche il re e divertirci è profondamente cambiato. Se • Nascondere le app
web ha i propri rischi e pe- da una parte questo ha portato notevoli be- UTILIZZA RETI SICURE:
ricoli. nefìci, dall’altra ha sollevato nuovi rischi ri- • Non usare reti pubbliche
Navigando su internet guardanti la privacy. • Attivare autenticazioni a due fattori, un par-
automaticamente tutte le Per proteggere il nostro “device” è necessa- ticolare modo di accedere ad un servizio web
nostre informazioni (anche rio porre attenzione su alcuni aspetti: o su un sito Internet
quelle più personali) sono a • Utilizzare un sistema di sblocco sicuro PROTEGGI LE INFORMAZIONI PER-
rischio attraverso qualche • Nascondere le notifiche dalla lock-screen SONALI:
virus o hacker che si infil- • Non accedere a reti Wi-Fi pubbliche Non fornire per nessuna ragione informazio-
trano nel nostro sistema per • Scaricare le app dagli store ufficiali ni sensibili online. La riservatezza garantisce
recuperarne informazioni o • Non effettuare procedure di sblocco del la privacy dei dati restringendo l’accesso tra-
danneggiarlo. mite la crittografia di autenticazione.
Un pericolo molto fre- cellulare
quente è il phishing che è • Leggere la policy sulla privacy dei servizi Mariateresa Fatima CARIATI
una truffa informatica ef- III A SIA
fettuata inviando con un’e- e delle app
mail con il logo contraffat- • Non prestare lo smartphone agli scono-
to di un istituto di credito o
di una qualsiasi società in sciuti
cui si invita il destinatario a
fornire dati riservati moti-
vando tale richiesta con ra-
gioni di problemi tecnici o
un errore di log in.
Per evitare tutto ciò,
nacque la cybersecurity
che rappresenta l’impegno
costante per proteggere i
sistemi interconnessi e tut-
ti i dati associati ai sistemi
da utilizzi non autorizzati e
danni.

Dicembre 2018 ❖3❖

Usa i social network con prudenza e Segnala i contenuti illeciti
rispetto e irrispettosi
Il fenomeno dei social network ha portato con sé nuo- La segnalazione è un atto tramite il quale porre alla no-
ve paure, soprattutto per coloro che conoscono poco il stra attenzione comportamenti ed eventi di natura pre-
mondo della rete. sumibilmente illegale, al fine di permetterci di verifica-
re la reale illiceità dei fatti rappresentati. Se siete vittime
Attento alle truffe di gravi reati, non esitate a contattare la Polizia di Stato.
Diffidate da mittenti sconosciuti che, in cambio di un È davvero necessario per i genitori sapere cosa fan-
“click”, vi promettono premi speciali. no i figli online.
Alcuni semplici punti per prevenire alle truffe online:
• Diffida da prodotti troppo economici; Rocco FORTINO
• Non affrettarti nel condividere dati personali, as- III B SIA

sicurati che il sito web sia affidabile;
• Acquista da aziende online con svariate recensio-

ni positive
• Stai attento alle e-mail sospette
• Usa il buon senso

Non rispondere alle provocazioni
Saper reagire alle critiche, specialmente quando redat-
te sotto forma di messaggio online, non è affatto sem-
plice.

Recentemente il CyberBulling sta facendo parla- Essi agiscono da duri ma infondo sono rinchiusi nel
re di sé per gravi casi di molestie online. Si parla di loro fragile mondo.
Cyberbullismo quando alcune persone si accaniscono Mariateresa CARIATI
contro un’altra usando i so-
cial network, scrivendo insul- III B SIA
ti, minacce, pubblicando foto
imbarazzanti o pubblicando
messaggi privati compromet-
tenti.
Se un problema come quello
degli insulti online colpisce
una persona psicologicamen-
te più debole di altre, esso può
diventare dannoso.
Il problema può diventare ul-
teriormente serio se l’accani-
mento proviene dall’ambiente
scolastico, dunque prendendo
la vittima in giro; un cyber-
bullo, infatti, non è molto
diverso da un bullo a scuola.

❖4❖ Dicembre 2018

PREMIATI I VINCITORI DEL
XXXI CONCORSO EUROPEO DEL MOVIMENTO DELLA VITA

Sabato 24 novembre 2018, no che sia una madre? …so- da …”quando l’altro inizia malati, non riusciamo a pen-
presso l’Istituto ITAS-ITC di no stata una buona madre? … ad esserci in questo rappor- sare che basta un semplice ge-
Rossano, FederVita Calabria, perché ho voluto un figlio? … to?”… In quel momento ha sto d’affetto per rendere fe-
la federazione regionale dei perché non vorrei essere ma- inizio anche la responsabilità lici le persone che sembra-
Movimenti per la Vita e dei dre?. Da maschio quale so- del prendersi cura. L’esisten- no diverse da noi?! Nei giorni
Centri di Aiuto alla Vita cala- no, bisogna dire che la mater- za di ogni essere vivente co- prossimi, il Movimento per la
bri, ha promosso la cerimonia nità non riguarda solo le don- mincia con la venuta al mon- Vita di Corigliano-Rossano e
di premiazione dei vincito- ne. Voglio dire che ognuno di do che purtroppo finisce con l’ITAS-ITC di Rossano firme-
ri del 31° Concorso Europeo noi può essere “madre” anche la morte. Ma quando parlia- ranno un protocollo d’intesa e
Annuale promosso dal Movi- se non lo è… perché tutti sono mo di cura dell’altro bisogna di collaborazione che andrà a
mento per la Vita Italiano, dal capaci di prendersi cura uno far riferimento a segni d’amo- consolidare il rapporto Scuo-
titolo “Vita: diritto di tutti o dell’altro. Ma il primo pas- re, come un semplice abbrac- la-Sociale per favorire la cit-
privilegio di pochi?” so per costruire relazioni è il cio a persone che ci sembra- tadinanza attiva e la solidarie-
Il concorso, intitolato ad Rapportarsi con l’altro. Quin- no diverse da noi. Quante vol- tà sociale con al centro la Vi-
Alessio Solinas, membro di sorge spontanea la doman- te, se si pensa agli anziani, ai ta e la Persona Umana tra gli
dell’Èquipe Giovani Nazio- studenti, cioè i professionisti e
nale del Movimento per la Vi- i genitori del domani, proprio
ta scomparso prematuramen- come previsto dalla legge.
te, è stato vinto quest’anno da A tal proposito sia Feder-
tre giovani studentesse cala- Vita Calabria sia il Movimen-
bresi: Laurito Alessia del IV A to per la Vita di Corigliano-
ITC “Pitagora” di Castrovilla- Rossano esprimono la loro so-
ri, Sciommarello Ilaria del IV lidarietà a tutte le persone sfol-
B AFM ITC “Gradilone” di late a causa dell’esondazione
Rossano e Romano Ida del IV del fiume Crati a Corigliano.
A Liceo Classico “Colosimo” Concludo con un Augurio
di Corigliano. Le tre giovani Una Persona che ha cura di
vincitrici partiranno per Stra- un’altra rappresenta il più
sburgo dove siederanno sugli grande valore della Vita…
scranni del Parlamento Euro-
peo simulando mozioni e pro- Gerardo MADEO
proste di legge. IV B AFM
Dopo il saluto della colla-
boratrice del D.S. dell’istitu- Passato e presente
to ospitante prof.ssa Rossella 1938: le leggi rAzziali
Scaramuzza, si sono sussegui-
ti i saluti del Presidente di Fe- Era il 1938 quando l’Italia ne e ai campi di sterminio na- lo differente rispetto al razzi-
derVita Calabria prof. Save- fascista varò le leggi razzia- zisti, poiché la discriminazio- smo classico. Nonostante ciò,
rio Ardito, nonché professo- li, firmate da re Vittorio Ema- ne verso gli ebrei si trasformò si continuano a manifestare
re che ha insegnato per circa nuele III. Il Regime di Beni- in deportazione. L’operazione fenomeni di razzismo classi-
vent’anni presso l’Istituto ed to Mussolini, con il Regio De- più importante ai danni degli co nei confronti di persone di
andato in pensione circa due creto del 5 settembre del ‘38, ebrei italiani, fu quella com- pelle diversa.
anni fa, del Direttore dell’Uf- si adeguò di fatto alla legisla- piuta all’alba del 16 ottobre Dunque il razzismo e un fe-
ficio Diocesano dell’Arcidio- zione antisemita della Germa- 1943 nel ghetto di Roma. I ri- nomeno che va avanti da an-
cesi di Rossano-Cariati della nia nazista, che fin dal 1933 cercatori contemporanei con- ni ormai e che non accenna a
Pastorale della Salute don An- varò una serie di provvedi- cordano poi sul fatto che oggi finire nonostante siano state
tonio Martello, dalla Respon- menti riguardanti la questio- il razzismo è più “discreto”, prese misure per tutelare chi è
sabile del Concorso Europeo ne della razza. In occasione difficile da individuare. Og- diverso di noi.
per la Calabria prof.ssa Eufe- dell’ottantesimo anniversa- gi si studiano forme di razzi-
mia Trisolini, dal Referente rio delle leggi razziali ci so- smo che agiscono a un livel- Mariateresa Cariati
del Concorso Europeo per il no norme emanate per esclu- III B SIA
Movimento per la Vita di Co- dere gli ebrei tedeschi dal-
rigliano-Rossano Prof. Giu- la società civile. Ci fu un pro-
seppe Spillino e del Presiden- getto del Ministero della Pub-
te del Movimento per la Vita blica Istruzione: Il Novecen-
di Corigliano-Rossano Dott. to. I giovani e la memoria,
Natale Bruno. proposto alle scuole nell’a.s.
Presentato il 32° Concor- 1998/99, scopo del proget-
so, la parola chiave è la Cu- to era promuovere un’ade-
ra. Il modello per eccellen- guata riflessione sulle pro-
za di una relazione di cura è blematiche storiche e cultu-
la maturità. Ma grande Tema rali connesse alla deportazio-
con tanti perché …”Voglio
essere madre? …posso esse-
re madre? …gli altri voglio-

Dicembre 2018 ❖5❖

Sabine è una donna tede- notevolmente. nia e l’Italia furono subi- nata cosa o criticava qualco-
sca di 54 anni, si trasferì dal- Una difficoltà è stata im- to evidenti, ad esempio in sa con cui non era d’accor-
la Germania in Italia con la parare la lingua perché aven- Germania è tutto cronome- do le persone in questione la
propria famiglia. do figlie piccole non pote- trato e preciso, le persone e aggredivano dicendole che
Sabine proviene da un va recarsi da qualcuno che l’organizzazione funziona- se non le stava bene qual-
paesino della Germania avrebbe potuto insegnarglie- no secondo orari ben precisi cosa doveva tornare nel suo
chiamato Hagen nelle vici- lo e maggiormente perché che vengono rigorosamen- paese di origine.
nanze della Colonia, si tra- ha voluto insegnare alle sue te rispettati. Degli Italiani ha Dell’Italia le piacciono
sferì in Italia per scelta del 3 figlie il tedesco, modo tale sempre apprezzato l’acco- molto tutti i monumenti, i
marito che ha voluto torna- che sarebbe stata la loro se- glienza e l’allegria. reperti storici, tutta la storia
re nel suo paese di origine conda lingua madre. Attual- Per quanto riguarda le dell’origine dell’Italia e so-
dopo aver vissuto in Germa- mente tra di loro parlano sol- brutte esperienze, le è capi- prattutto la cucina Italiana e
nia per 20 anni, e attualmen- tanto tedesco e grazie a lei le tato di discutere con persone le tradizioni.
te vive qui da 20 anni. loro figlie hanno piena pa- che non accettavano la sua Ponendole la domanda se
I primi due anni si dovet- dronanza di questa lingua. origine e se aveva un proble- in un futuro volesse tornare
te abituare al clima, la diffe- Le differenze tra la Germa- ma riguardo ad una determi- nel suo paese rispose: “an-
rente mentalità delle perso- cora non lo so”.
ne e particolarmente il modo Attualmente è casalin-
di lavorare delle autorità, la ga, madre e moglie a tempo
lentezza nel svolgere i com- pieno, una madre che dedica
piti, l’imprecisione organiz- tutto il suo impegno e tempo
zativa e l’inaffidabilità che per la famiglia e per le sue fi-
però con il passare del tem- glie.
po e con le nuove generazio-
ni sembra essersi migliorato Giada MARINO
III B SIA

CORIGLIANO-ROSSANO: STORIA E ANTICHI SAPORI

Ai piedi della Sila Greca, il ter- Tradizioni enogastronomiche
ritorio del comune di Corigliano- I sapori della tradizione si river-
Rossano Calabro passa dal paesag- sano nella cucina tipica.
gio della Piana di Sibari agli sfondi Un tipico primo piatto della cu-
montuosi dove predominano i bo- cina giornaliera è dato da “tagghja-
schi e le felci. riell’e ccìcir” (tagliatelle e ceci).
Il toponimo Corigliano deriva, Alcuni dolci tipici pasquali: “a
secondo alcuni, dal latino Corellia- cullure ccu ll’ove” “a cullure ccu
num, podere del Corellio, secon- ppàssule” (ciambelle intrecciate dol-
do altri dal greco Chorion Elaion, ci con l’uva passa o salate con l’uo-
giardini d’olio. vo) “i pisature”.
Il borgo di Corigliano, sorto nel- A ferragosto: “luminciane chji-
la seconda metà del X secolo, ha vi- ne” (melanzane ripiene); “a pit-
sto succedersi nei secoli alcune fra ta chjne” (focaccia ripiena dolce );
le più nobili e ricche famiglie del re- “gurpinelle” (mezze lune ripiene di
gno di Napoli: i conti Sanseverino, i marmellata, uva passa e nocciole).
duchi Saluzzo, i baroni Compagna. In occasione di Santa Lucia: “u
Rossano trae il suo nome dal rane vullute” (il grano bollito con ca-
greco rusion, ρύσιον (“che sal- cao, zucchero e cannella – con caf-
va”) e akron, άκρον (“promonto- fè o per rispettare la vera tradizione,
rio”, “altura”) da cui derivano le con miele ricavato dai fichi, zucche-
versioni medioevali Ruskia o Ru- ro, cannella e chiodi di garofano).
skiané (Ρουσκιανή) o Rusiànon Durante il Natale alcuni dolci ti-
(Ῥυσιάνον in greco bizantino); se- pici sono: “crùstulә” (dolci all’ani-
condo un’altra ipotesi invece de- ce ricoperti di miele); “a pasta
riverebbe dal nome di famiglia ro- cumpettә” (pasta dolce a forma di
mana alla quale potrebbe essere sta- piccoli confetti, fritta e ricoperta di
to affidato il governo del “Castrum” miele insieme a mandorle secche);
e che avrebbe dato il nome di “Ro- “giurgiulenә”(dolci fatti di semi di
scianum” al centro urbano. sesamo cucinati nel miele).

Miriam COSENTINO
IV B afm

❖6❖ Dicembre 2018

“l’uomo nero” è il nuovo singolo
degli ISìa

Violare la volontà di una ro, in quanto agisce nell’om- Voglio vedere l’uomo nero
persona è un atto disumano; bra), scopre, dopo qualche me- Che ha trafitto il cuore tuo
quando poi si va a violare l’in- se, che le è stato fatto un video Voglio capire il dolore
timità di una persona ed in par- il quale è stato visto da molte Della ragazza mia
ticolare modo di una ragazza, persone del suo paese. Voglio trovare l’uomo nero
si arriva a livelli estremi in cui Lei passa giorni terribili, E dirgli davvero quattro parole
chi compie azioni del genere tra mille battute, perplessità e Io non posso stare fermo
non può più essere considerato molto rancore. Dentro di te c’è molto rancore.
essere umano ma animale, che Si chiede anche quale sia Ogni notte io uccido quell’uomo
Perché non conosce la legge dell’amore
va in preda ai propri istinti pri- il vero senso della vita. Dopo Lui mi ispira molto timore
mitivi per soddisfare i propri quasi un anno decide di parla- E poi ti ha fatto anche vergognare
bisogni. re con questo ragazzo e scopre Quando la incontra con i suoi amici
Revenge Porn è un’espres- che forse il video era tutta fin- La riempie di parole dolci
sione che indica la diffusione zione. Ma ora lei sa che è un pazzo
di fotografie o video sessual- Non sapremo mai la veri- E per lui prova solo disprezzo.
mente espiciti, senza il con- tà, perché lei è morta: è morta Mi dicono, beh, non serve parlare
senso dell’altra persona e per dentro. affogare in un mare dove non puoi nuotare
vendetta. Lo stupro è un atto real- Sei il petalo di un fiore in questo brutto vento,
Incide molto sulla vita di mente nocivo, considerato co- Troverai il coraggio di cambiar lo sento
chi ne è colpito sia psicologi- me una inizializzazione di pic- Con quelle mani
camente che socialmente, ar- cola mafia da parte di qualcu- allora
rivando ad avere anche gravi no che cerca ancora a qualun- Lui ti toccò
conseguenze. que costo il soddisfacimento ancora
Le donne sono le principali personale. Se tu lo vuoi
vittime perché la loro sessuali- Il Revenge Porn non è an- allora
tà è un parte ancora considera- cora considerato un reato in Sbattiamolo nella sua dimora
ta un tabù. Italia, ma si sta lavorando af- Lui quando la rincontra per strada
Questa canzone è tratta da finché lo diventi. Sa che l’ha fatta soffrire molto
una storia vera. La ragazza Tramite questa canzone Forse è sincero, forse è altruista
coinvolta in un rapporto con vogliamo lanciare questo forte Forse non ha fatto nessun torto.
un ragazzo (in questa canzone messaggio affinché situazioni E il disprezzo che una volta ardeva
identificato come l’uomo ne- del genere non riaccadano più. L’aveva fatta riannegare
In questo brano, non solo il Con un sospiro lento diceva:
Periodico degli alunni ragazzo ma anche tutto il paese Bisogna ricominciare.
dell’IIS - ITAS - ITC viene identificato come “uomo Mi dicono, beh, non serve parlare
nero” in quanto nessuno è sta- affogare in un mare dove non puoi nuotare
di Corigliano-Rossano (Cs) to in grado di denunciare l’ac- Sei il petalo di un fiore in questo brutto vento,
Anno XXIX - Dicembre 2018 caduto, ma, al contrario, tutta Troverai il coraggio di cambiar lo sento
Stampato presso la «Grafosud» la popolazione si è stretta in un Con quelle mani
gelido, ipocrita, miserabile e allora
di G. Zangaro & C. S.a.s. omertoso silenzio. Lui ti toccò
Via G. Cesare - Corigliano-Rossano Il brano è online e lo si può ancora
Il Giornalino è stato redatto ai sensi ascoltare su tutti gli store digi- Se tu lo vuoi
tali e You Tube. allora
dell’art. 6 del D.P.R. 31.05.74 Sbattiamolo nella sua dimora
e C.M. n. 242 del 02.09.88. Giuseppe BLEFARI Con quelle mani
IV B SIA allora
Lui ti toccò
ancora
Se tu lo vuoi
allora
Sbattiamolo nella sua dimora.

Dicembre 2018 ❖7❖

Analisi del documento fotografico

Ho raccolto diver- e la situazione documen-
se fotografie relative al- taria della fotografia.
la vita della mia fami- Il progetto è nato al fi-
glia d’origine, al fine di ne di rendere concreto
evidenziare informazio- l’apprendimento dell’ar-
ni salienti sul piano psi- gomento da studiare.
cologico, sociale e antro-
pologico. Elisabetta BIBAJ
Le mie compagne II A LES
hanno svolto la stessa at-
tività.
Per analizzare bene
lo strumento di ricerca
“ANALISI DEI DOCU-
MENTI”, abbiamo usato
documenti già esistenti e
in nostro possesso, le fo-
tografie dei nostri fami-
liari.
Ci siamo soffermati
su alcuni aspetti della fo-
tografia: abbigliamento,
linguaggio non verbale,
come la mimica facciale.
È stato ipotizzato lo
stato emotivo dei sog-
getti presenti nelle fo-
to e inoltre abbiamo fat-
to un’ipotesi sul contesto

Generation €uro Student’sAward

Un altro successo per i nostri studenti. Tutta al fem-
minile la squadra Balance che ha portato il nostro Isti-
tuto tra i primi qualificati nel Concorso di Educazione
Finanziaria “Generation €uro Student’s Award”, or-
ganizzato dalla Banca d’Italia e dal MIUR. Le studen-
tesse Miram Marincolo, Sonia Gradilone, Anna Linar-
di e Annalisa Curcio della VB LES - coordinate dalla
professoressa Caterina Ioele - hanno egregiamente su-
perato la prima prova del concorso nazionale.
Il concorso prevede ancora altre prove: le studen-
tesse dovranno impegnarsi nella realizzazione di un
elaborato scritto contenente una simulazione delle de-
cisioni di politica monetaria che il Governing Council
adotterà il 24 gennaio 2019.
A loro e alla loro prof, l’augurio di arrivare sul po-
dio.

a cura della
prof.ssa Caterina IOELE

❖8❖ Dicembre 2018

CONCORSO NAZIONALE
Nuovi Finali - Le scuole contro la violenza sulle donne

Il 25 novembre si è celebrata la nali – Le scuole contro la violenza sulle donne, secondo le modalità indicate nel
Giornata Internazionale per l’elimi- donne”. Bando di Concorso.
nazione della violenza contro le don- Gli studenti sono invitati ad ideare, I migliori video realizzati verran-
ne. La giornata, istituita dalle Nazioni entro il 28 febbraio 2019, un video del- no ufficialmente premiati e presenta-
Unite fin dal 1999, fonda la sua ragion la durata di 1 minuto sui temi del con- ti in occasione di un evento nazionale
d’essere sulla consapevolezza che la trasto alla violenza nei confronti delle sul tema che avrà luogo il 25 novembre
violenza contro le donne, oltre a rien- 2019, ventennale della Giornata inter-
trare a pieno titolo nella violazione dei nazionale.
diritti umani, è una forma di discrimina- I docenti tutti sono invitati ad incen-
zione dovuta a una persistente condizio- tivare la partecipazione degli alunni al
ne di disuguaglianza tra uomini e donne. Concorso, nella consapevolezza che la
Per “violenza contro le donne” si in- parità è uno degli obiettivi primari di
tende ogni atto di violenza rivolto con- una scuola inclusiva, al passo con le di-
tro il sesso femminile, che arrechi o sia rettive europee ed internazionali e in li-
suscettibile di arrecare pregiudizio o nea con le esigenze formative delle gio-
sofferenze fisiche, sessuali o psicologi- vani generazioni, sempre più inserite in
che alle donne, nonché la minaccia di un contesto in cui la presa di coscienza
eseguire tali atti, la costrizione o la pri- e la battaglia quotidiana per le pari
vazione arbitraria di libertà, tanto nella opportunità si scontrano con le più di-
vita pubblica quanto nella vita privata. verse forme di pregiudizio da sradicare
Al fine di stimolare un approfon- a partire proprio dal mondo scolastico.
dimento sui temi correlati all’elimi- Per informazioni rivolgersi ai docenti
nazione della violenza contro le don- Maria Elvira Milito e/o Antonio Milito,
ne, il MIUR (Ministero dell’Istruzione, referenti per le Pari Opportunità.
dell’Università e della Ricerca) ha in-
detto il concorso nazionale “Nuovi Fi- a cura del
Prof. Antonio MILITO

Scuola lavoro, progetto Udicon con Itas-Itc

Sono già 4 gli alunni che protocollo d’intesa sottoscritto aver convintamente promosso zioni, assisterà e guiderà lo stu-
hanno iniziato il percorso nel dall’istituto di Istruzione Supe- e sostenuto la realizzazione di dente nel corretto svolgimen-
territorio di ROSSANO: due riore ITAS ITC e l’Unione per questa importante opportunità to dei compiti, valorizzerà gli
operano nella sede U.Di.Con di la Difesa dei Consumatori Pro- destinata a ragazze e ragazzi. obiettivi raggiunti e le compe-
Piazza Duca degli Abruzzi, gli vinciale (U.Di.Con.) per la re- Per ogni studente sarà pre- tenze sviluppate, informerà gli
altri sono nella sede U.Di.Con alizzazione del progetto alter- disposto un percorso formati- organi scolastici ed il consi-
di Via A. Borelli. nanza scuola-lavoro. vo personalizzato, coerente con glio di classe. Il tutor formativo
Il progetto offre agli alun- A darne notizia è Ferruc- il profilo educativo, culturale e esterno, individuato dall’UDI-
ni la possibilità di arricchire la cio COLAMARIA, presiden- professionale dell’indirizzo di CON. Entrambi si occuperanno
propria formazione attraverso te UDICON della provincia di studi. di garantire la sicurezza e la sa-
percorsi finalizzati all’acquisi- Cosenza cogliendo l’occasione La formazione e l’orienta- lute sul luogo del lavoro e alla
zione in concreto di competen- per ringraziare la dirigente sco- mento saranno progettati e veri- fine relazioneranno sull’espe-
ze che facilitino l’inserimen- lastica Anna Maria DI CIAN- ficati da un docente, il tutor in- rienza di ciascun allievo.
to futuro nel sempre più com- NI e la collaboratrice la prof.ssa terno, individuato dall’istituto
plicato mondo del lavoro. Il Rossella SCARAMUZZA per scolastico che, tra le altre fun- Arianna TALARICO
IV B AFM

Natale 2018

Nella ricorrenza delle prossime festività natalizie
la Redazione di NONSOLOSCUOLA

AUGURA

alla Dirigente, alla Direttrice dei S.G.A., ai Docenti, al personale ATA e a tutti gli alunni
dell’ I.I.S. ITAS-ITC di Rossano unitamente alle loro rispettive famiglie un

SERENO NATALE e un felice anno nuovo !!!


Click to View FlipBook Version
Previous Book
Basic book sample
Next Book
Make Your 4th Generation iPad Like New Again